Connect with us

News

La paura dei medici, D’Alessandro: “Critico Spadafora, come Salernitana pretendiamo massima attenzione”

Ieri il dottore sociale del Trapani Mazzarella ha rassegnato le proprie dimissioni (clicca qui per leggere l’articolo). “Non sarò l’unico”, la minaccia che in realtà cela il rimbombo di un campanello d’allarme. Il cts ha affidato ai medici sociali piena responsabilità nell’applicazione del protocollo scritto e corretto dalla Figc, i dottori non ci stanno (qui per leggere l’articolo). Anche il responsabile sanitario della Salernitana Andrea D’Alessandro è preoccupato e dalle sue parole filtra malcontento: “Molti colleghi stanno pensando di dimettersi – ha detto D’Alessandro ai taccuini del Mattino – Per il momento non ho ancora preso posizione a riguardo perché non intendo essere strumentalizzato da nessuno. Naturalmente non posso essere d’accordo sull’ipotesi di scaricare la responsabilità sui medici in caso di un positivo da covid-19. Stesso discorso per la quarantena estesa all’intero “gruppo squadra”. La mia posizione è fortemente critica nei confronti del ministro Spadafora e mi meraviglia che la Figc abbia accettato osservazioni di questo tipo da parte del comitato tecnico scientifico. Se le cose stanno così non ci sono i presupposti da parte dei medici per andare avanti”.

Lo sfogo continua: “Naturalmente come staff medico pretendiamo la massima attenzione da parte del club granata per la salvaguardia di tutti: dai giocatori ai magazzinieri. Aspettiamo i test molecolari, i tamponi e i test sierologici”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News