Connect with us

News

Il Venezia ferma l’Udinese e punta i granata: “Prestazione importante, ma coperta corta in difesa”

Ieri il Venezia, prossimo avversario della Salernitana (fischio d’inizio 19 ottobre ore 15) ha impattato 1-1 sul campo dell’Udinese (leggi qui il resoconto). Una gara che è servita ad Alessio Dionisi, giovane tecnico degli arancioneroverdi, per fare il punto della situazione in casa veneta.

Queste le dichiarazioni dell’allenatore lagunare al termine del match: “I complimenti ci fanno piacere, ma è solo un’amichevole. Era importante la prestazione, mettere dentro minuti. Sono felice per i ragazzi che hanno giocato meno finora: devono convincersi che anche loro saranno utili nel prosieguo del campionato. La dimostrazione è stata data sul campo, in un match contro un avversario superiore, siamo stati sempre in partita: soffrendo un pochino nel primo tempo e venendo fuori nella ripresa”

Il tecnico prosegue nella sua analisi: “Abbiamo attaccato di più, giocando molto di più nella loro metà campo nel secondo tempo. L’Udinese ha fatto qualche cambio in meno, noi, invece, abbiamo cambiato tanto, forse anche questo ci ha aiutato, avendo una migliore condizione fisica. La gara è stata interpretata bene dai ragazzi”.

Dionisi si sofferma sulla perdita di Felicioli, il terzino resterà ai box per tanto tempo: “Pesa tanto, come quella di Marino. Si parte insieme, si spera di arrivare insieme. Invece ci sono questi incidenti di percorso. Stava facendo molto bene come tutta la squadra. Abbiamo perso un giocatore importante, quindi il primo rammarico è per lui. Lo aspettiamo il prima possibile pur sapendo che i tempi saranno abbastanza lunghi. Sarà chiaramente un’occasione per gli altri che son convinto che faranno bene”.

Coperta corta in difesa, il tecnico attende qualche rinforzo: “Non volevo fare l’uccello del malaugurio, dovendo rifare la squadra abbiamo avuto delle mancanze. Sono contento di chi alleno. Arriva qualcuno? Oggi a sinistra ha giocato un centrocampista, l’allenatore deve fare di necessità virtù. Se ci sarà l’opportunità, la società non si tirerà indietro. Prendere per prendere ha poco senso. Pasqual? Non lo scopro certo io, sono supposizioni, domande a cui una risposta la deve dare il direttore sportivo”.

Infine, una carrellata sui singoli. Da Lakicevic al rientrante Zigoni: “Abbiamo ancora una settimana in vista della gara contro la Salernitana, Fiordaliso non ha giocato perché è in nazionale. In questo momento preferisco quest’ultimo, ma perché penso sia funzionale. Lakicevic ha giocato per la prima volta, alternando cose buone a meno buone. Non so se contro la Salernitana o meno. Zigoni? Sono contento per lui. Non sta ancora bene, ma ha dato una buona risposta. Non ha giocato tanto perché viene da allenamenti poco impegnativi, bisogna gestire bene il tendine”.

Su Capello, autore del goal contro l’Udinese: “Si tratta di un giocatore intelligente, sa trovare gli spazi nel contesto di squadra. Non penso facciano la differenza quindici metri avanti o indietro. Può fare sia il trequartista che la seconda punta. L’importante è avere le giuste misure e lui le ha. Ci sarà spazio per tutti, devo far convivere tutti. Mi dispiace per Senesi che si è fatto male, speriamo non sia nulla di grave. Ha sentito una scossa sull’adduttore. Speriamo torni in breve tempo”

*virgolettati estratti da Trivenetogoal

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News