Connect with us

News

Il rientro di Capezzi: “Sorte non è dalla nostra. Col 3-5-2 più riferimenti”

Non giocava titolare dalla prima di campionato, era rientrato a Cagliari per uno spezzone e ieri la ruggine si è vista tutta. Pian piano Leonardo Capezzi dovrà carburare. Per la verità, l’emergenza non consente di aspettare ancora e il centrocampista toscano è chiamato ad accelerare, dopo l’operazione al menisco che lo ha tenuto lontano dai campi per quasi due mesi.

“Sapevamo che la partita era difficilissima, la Juve è una squadra forte, una delle migliori del campionato, ha valori importanti – ha detto ieri sera il giocatore ai microfoni di Dazn – Peccato per il palo che poteva portarci sull’1-1 e magari si sarebbe parlato di un’altra partita. Siamo dispiaciuti perchè ultimamente la fortuna non è dalla nostra parte, anche a Roma abbiamo preso due pali; speriamo che questo vento possa cambiare. Cambio di modulo in corsa? Avevamo preparato diverse soluzioni perché i giocatori della Juventus si interscambiano, non sono facili da seguire, ne soffrivamo il palleggio e i movimenti tra le linee. Mettendoci col 3-5-2 abbiamo provato ad alzare il baricentro e ad avere qualche punto di riferimento in più per poter essere più aggressivi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News