Connect with us

News

I consigli di Innocenti: “Sfruttare la sosta per ‘sistemare’ la squadra. L’anno scorso Salernitana in crescita”

Preparatore atletico alla corte di Gian Piero Ventura, Alessandro Innocenti avrebbe accolto di buon grado la notizia dello stop al torneo di Serie B. “Pagherei per una piccola sosta prima della fase finale” ha dichiarato ai nostri microfoni l’esperto preparatore di origini toscane, nato professionalmente nel volley e da più di 15 anni nel mondo del calcio, arrivando anche alla Nazionale italiana al fianco di Ventura che lo volle fortemente nella sua esperienza in granata. “Ci sono circa due settimane a disposizione, una per concedere un periodo di ‘stacco’ ai giocatori che hanno tirato la carretta fino a questo momento i quali possono recuperare con allenamenti di media intensità” ha spiegato Innocenti – “Chi invece, per svariati motivi, è stato impiegato meno può recuperare con sessioni di lavoro più intense. È un riposo che accoglierei molto volentieri, bisogna approfittarne per ‘sistemare’ la squadra in vista del finale di campionato che richiederà un grande sforzo viste le tante partite in pochi giorni. Questa sosta può anche tornare utile per valutare le condizioni di chi è stato fermo. Inoltre a breve arriverà il caldo ed è fondamentale avere una squadra in forma. Chiaramente per la Salernitana era un momento in cui andava tutto bene, fermarsi può rompere i ritmi da un punto di vista mentale”.

Dodici mesi fa invece la Salernitana di Ventura fu fermata dal lockdown: “Durante il lungo periodo di stop ci allenavamo a distanza. Per i ragazzi era bello vedersi ma è stato un momento difficile, anche perché la ripresa degli allenamenti è slittata più volte. Poi tornammo in campo a giugno, periodo in cui solitamente i giocatori stanno fermi. Ci allenavamo il più tardi possibile, poi avevamo delle trasferte difficili. Abbiamo pagato quello stop, un po’ come tutti”. Lo scorso anno Innocenti ha lavorato anche con Cristiano Lombardi, oggi vicino al rientro in campo (clicca qui per leggere l’articolo): “Il tempo per sfruttarlo c’è, bisogna solo fargli rompere il ghiaccio. Deve affrontare il momento della partita con la serenità giusta, in un momento molto importante per la Salernitana, va usato col bilancino. La sua muscolatura è molto esplosiva, è un calciatore che esprime potenza e accelerazioni importanti. In partita però i movimenti sono diversi dall’allenamento”.

Innocenti ha lasciato Salerno senza rimpianti, nonostante il malumore della piazza: “I tifosi sono contenti quando si raggiunge il massimo risultato, ma noi siamo rimasti soddisfatti del lavoro fatto e per lo sviluppo dell’ambiente. Ogni mese è migliorato qualcosa e oggi l’ambiente è pronto al salto di categoria. Abbiamo vissuto una società in crescita, quest’anno è migliorata ulteriormente, sono stati fatti acquisti importanti e sono stati presi giocatori giusti che servivano all’allenatore”. Infine Innocenti elogia il modello Empoli, società che conosce bene: “È una realtà avanzata per la Serie B, ha uno dei migliori centri sportivi d’Italia. È una società che costruisce da anni. Hanno una politica molto manageriale, aziendale, si sono organizzati bene mettendo un mattone per volta. Anche la Salernitana può farlo, chiaramente con un ambiente diverso”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News