Connect with us

News

Gregucci riparte dal 4-4-1-1: dubbi tra difesa e centrocampo, André Anderson prova a insidiare Rosina

Scatta l’operazione Cittadella. Sabato la Salernitana tornerà in campo dopo il turno di riposo imposto dal calendario e si prepara a vivere un finale di stagione ricco di insidie. Altri 540′ per Pucino e soci, chiamati a scongiurare il pericolo retrocessione, ipotesi a dir poco remota fino a poche settimane fa. Per la sfida con i veneti di Venturato, Gregucci ripartirà dal 4-4-1-1 visto con Venezia e Spezia ma con diverse novità per quanto concerne gli interpreti.

I dubbi riguardano tutte le zone del campo, dalla difesa all’attacco passando per la zona mediana ma partiamo dalla retroguardia. Rientrerà dalla squalifica Lopez che dunque andrà a riprendersi il posto a sinistra mentre sul versante opposto dovrebbe agire ancora una volta Pucino. Possibili novità al centro dove Mantovani scalpita per la maglia da titolare al fianco di Migliorini. A centrocampo Minala dovrebbe far coppia con Di Tacchio al posto dello squalificato Akpa Akpro, a destra ci sarà Casasola mentre a sinistra resta da capire se Gregucci darà nuovamente fiducia a Djavan Anderson o riproporrà Jallow che al “Picco” si è mosso bene nell’inedita veste di esterno mancino. In attacco due possibili novità: una, quasi certa, è rappresentata dal rientro di Calaiò, pronto a togliere il posto a Djuric dopo i due gol consecutivi messi a segno. L’altra novità potrebbe essere quella del ritorno da titolare di André Anderson: Rosina non è al top, ad ora resta favorito, ma nei prossimi giorni l’italo-brasiliano potrebbe ribaltare la situazione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News