Connect with us

News

Gondo, il ritratto di Capuano: “Perfetto per Ventura. Ho fatto tante plusvalenze negli ultimi anni eppure sono senza panchina”

Cedric Gondo, da ieri, è un nuovo volto della Salernitana. L’attaccante ivoriano scuola Fiorentina è stato allenato a Rieti lo scorso anno da Eziolino Capuano, mettendosi in mostra con otto reti in campionato. Il tecnico traccia un ritratto del neo giocatore granata. “Gondo attacca la profondità come pochi, è un ragazzo eccezionale, un professionista serio che ha sempre tanta tanta voglia di migliorarsi. – dice ai nostri taccuini – Personalmente l’ho sconsigliato a chi voleva giocare con un tridente, specie con il 3-4-3, in quanto non ha un piede molto educato. Gondo è giocatore di coppia, bravissimo nel 3-5-2 e funzionale agli schemi di Ventura, in quanto sposa pienamente le caratteristiche dell’attaccante che richiede il tecnico ligure”.

Anche Fabio Maistro è stato allenato da Capuano al Rieti: “Maistro è un giocatore di grande qualità, con me – e non lo dico con presunzione – ha imparato la fase difensiva. Era “crudo”, non saltava nemmeno di testa e all’inizio mal digeriva questa impostazione tattica. Quel ruolo di intermedio rende giustizia ad un calciatore di spiccate di qualità. Lo avete già ammirato nel precampionato, Maistro ora è una bellissima realtà”.

Sulla Salernitana tra la vetta della classifica e la chiusura del calciomercato, il mister Capuano non ha dubbi: “Il mercato ed il giudizio sullo stesso viene sempre influenzato dai risultati, ora chi vede la classifica di Serie B nota la Salernitana prima. A Cosenza è stata leggermente fortunata, anche se per quanto mostrato merita di ambire alle zone alte della graduatoria. Le vittorie portano entusiasmo e Salerno vive di quello. La squadra è ringiovanita rispetto allo scorso anno ed ha una buona mentalità”.

Sugli intrecci di mercato tra Lazio, Salernitana e Rieti: “Non compete al sottoscritto fornire un giudizio. Però, mi permetto di dire che se la Lazio ha puntato su Gondo e Maistro, vuol dire che il lavoro di Capuano è stato valorizzato”.

Non manca un giudizio sulla situazione all’interno delle altre “case” del campionato cadetto: “A me piace molto il Perugia, rosa migliorata nell’ultimo giorno di mercato, che ha comunque tanti elementi all’interno che giocano insieme da parecchio. Mi aspettavo qualcosa in più, onestamente, da Frosinone e Benevento”.

Ezio Capuano è attualmente in attesa di una nuova avventura professionale.  “Il futuro interessa a pochi. Nella storia di un allenatore, e cito grandi mister di Serie A come Giampaolo e Sarri, oltre ai trofei, c’è un aspetto che reputo prioritario: la valorizzazione dei giocatori, le cosiddette plusvalenze. – l’opinione del vulcanico trainer – A Rieti ho ottenuto risultati importanti come la salvezza, ma il dato incontrovertibile è la valorizzazione di alcuni giocatori come Maistro, Gondo, Garofalo, Cernigoi che esprimono le loro potenzialità tramite un lavoro notevolissimo. Non è capitato solo al Rieti. Successo anche ad Arezzo con Tremolada che era ad un passo dal ritirarsi e con Monaco. A San Benedetto con Bellomo. Una serie di giocatori, in questi anni, hanno espresso il loro potenziale con me e questo vale più di ciò che ha detto il campo: ci sono anche questi dati che dovrebbero essere analizzati, eppure sono senza panchina”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News