Connect with us

Giovanili

Giovanili, fine della corsa. Bilancio anticipato di mister Landi (U17): “Non valeva la pena esporsi a rischi”

Fine della corsa per i campionati giovanili nazionali dall’U17 in giù Le squadre del settore giovanile della Salernitana possono dunque darsi ufficialmente l’arrivederci al prossimo anno, con i titoli di categoria (U17, ma anche U16 e U15) che non saranno assegnati. L’allenatore dell’Under 17 granata, Mario Landi, ha commentato ai nostri microfoni l’annuncio della FIGC di sospendere definitivamente i campionati di riferimento, trovandosi d’accordo con la decisione: “Era nell’aria e anche necessaria. Mi sarei stupito del contrario. Ovvio che l’interesse per la salute sia predominante rispetto a quello di finire il campionato. Certo, è brutto vederlo terminare da un giorno all’altro, senza vedere più i ragazzi. Trascorrevamo tanto tempo insieme, allenandoci quattro volte a settimana vedevo quasi più loro che la mia famiglia e si era creato un bel legame“.

Ed è stato brutto anche per i ragazzi che hanno dovuto rinunciare alla loro passione: “Ovviamente i ragazzi, per quanto amano questo sport, se avessero potuto scegliere avrebbero deciso di tornare ad allenarsi e rincorrere il pallone che per loro è fondamentale. Loro hanno continuato ad allenarsi nella speranza che potessero continuare, ma non valeva la pena esporre a rischi ragazzi e staff“. Non ci sono state novità invece per il Campionato Primavera che resta in sospeso: “La Primavera dipende dalla prima squadra, quindi seguirà l’iter che verrà posto ai più grandi. Non so cosa aspettarmi, da un lato mi auguro che possano finire, ma sono sicuro che le varie commissioni sceglieranno cosa è meglio per i ragazzi, senza metterli a repentaglio in caso non possa essere garantita la loro sicurezza“.

Infine il tecnico dei granatini tira le somme della stagione anche se non è stata effettivamente conclusa sul campo. I granatini erano quartultimi con 18 punti alla ventunesima giornata. L’ultima partita è stata in casa contro il Frosinone, corsaro 1-2. “Peccato non terminare il percorso che stavamo facendo. Anche se l’obiettivo era stato più o meno raggiunto. Una somma totale è difficile da fare perché mancavano diverse partite, ma eravamo una squadra temuta da tutti. Comunque credo che siamo riusciti nel nostro obiettivo di cercare di portare sempre in campo una squadra che facesse un calcio brillante e attraverso questo far migliorare i ragazzi anche singolarmente“, ha dichiarato Landi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili