Connect with us

News

Franco a Radio Alfa: “Salernitana può ambire al salto di categoria, Di Gennaro farà grandi cose”

La Salernitana è stata la sua prima squadra professionistica. Un amore ancor oggi non dimenticato: “Sono un tifoso dei granata, seguo sempre le partite. La reputo una buona squadra, costruita da ottimi calciatori. Tra questi ci sono Schiavi, Jallow e Di Tacchio. Può ottenere qualcosa di più importante della salvezza o di un piazzamento a metà classifica. Con un’idea di gioco importante, la Salernitana può ambire al salto di categoria. A parte due squadre superiori, non vedo compagini all’altezza della forza dei granata”. Così Domenico Franco, professione centrocampista, ai microfoni di Radio Alfa durante la striscia quotidiana Salernitananews.

Attualmente in forza al Rende, il calciatore calabrese non può fare a meno di ripassare la sua esperienza con la maglia della Bersagliera, in special modo dell’ultima gara vissuta con l’Ippocampo, quella al Verona: “Ho ricordi positivi, eravamo un gruppo fatto di persone splendide. Avevo 17 anni e vedere tutta quella gente allo stadio è stato qualcosa di fantastico, incredibile. Non è andata come tutti quanti noi speravamo. Sapete tutti i problemi che avevamo, ma è stata un’esperienza che mi rimarrà dentro”.

Da centrocampista, Franco esprime la sua opinione sul centrocampo granata: “Sono tutti giocatori di qualità. Una cosa che ho notato è che spesso la Salernitana cambia troppi interpreti. Penso che, invece, bisogna puntare su un blocco di giocatori predefinito atto ad affrontare di volta in volta gli avversari, Di Gennaro è un calciatore troppo importante per la categoria. Quando sarà in forma, bisognerà girare i giocatori intorno a lui. A Salerno puoi giocare anche in D. Non penso che questo il problema sia mentale. Penso che debba mettersi al meglio fisicamente perché può fare grandi cose alla Salernitana”. 

Infine, la chiosa su un possibile ritorno a vestire la maglia granata: “Ci ho sempre sperato, ma non ho avuto modo di ritornare a Salerno. Vuoi per miei demeriti, vuoi anche per sfortuna ed infortuni vari non ho potuto ambire a qualcosa di importante. Da due anni mi sono ripreso tutto con gli interessi: ho fatto un’ottima stagione lo scorso anno qui a Rende, spero di ripetermi anche quest’anno. Ho voglia di misurarmi a livelli importanti. Spero che un giorno la Salernitana possa fare un pensierino su di me. Il presente? – aggiunge il calciatore calabrese – si chiama Rende. Abbiamo iniziato bene, con tre vittorie nelle prime tre gare e la sconfitta di domenica immeritata contro il Catania. Sono molto felice del rendimento della squadra e di quello personale. Potevo già essere a quota due reti, spero di farne altre”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News