Connect with us

News

Doppia casalinga, la maledizione continua: 6 punti raccolti l’ultima volta 8 anni fa

Neanche in questa stagione la Salernitana è riuscita a rompere la maledizione. Quando il calendario offre due partite consecutive in casa, i granata non riescono a vincerle entrambe: lo dice la storia recente del cavalluccio. In questo mini ciclo concluso con il Verona, già la prima partita di martedì scorso aveva compromesso la possibilità di cogliere 6 punti consecutivi in due gare giocate di fila all’Arechi. L’1-1 con l’Ascoli aveva abbassato il morale di calciatori e tifoseria, l’1-0 con il Verona ha creato l’effetto opposto. Alla fine Colantuono si accontenta dei 4 punti, ma la maledizione resiste.

Sono passati addirittura sette anni e mezzo dall’ultima volta che la Salernitana è riuscita a vincere per due volte di fila due gare giocate consecutivamente all’Arechi. Era il 27 marzo 2011, campionato di Prima Divisione (quello che si concluderà con la finale playoff persa con l’Hellas). I granata erano reduci dal successo ottenuto sette giorni prima a Via Allende con il Bassano (2-0 firmato Ragusa e Carrus) e all’Arechi ospitarono la Cremonese, proprio il prossimo avversario di Colantuono. La gara fu sofferta, il gol di Ragusa e l’autorete di Jefferson sembravano fissare il risultato sull’1-1: poi Carcuro all’89’ segnò il gol della vittoria. In quella stagione anche nel girone di andata i granata di Breda ebbero la possibilità di giocare la doppia casalinga e anche in quel caso Fava e compagni trovarono 6 punti: 3-1 al Pavia con doppietta del centravanti e gol di Carcuro, 1-0 allo Spezia firmato Merino tra il 26 settembre e il 3 ottobre 2010. Da lì in poi una lunga striscia di campionati senza doppia vittoria nelle due partite consecutive in casa.

Nella stagione 2011/2012 aprì la maledizione il Salerno Calcio, che tra l’8 e l’11 dicembre ottenne 4 punti tra Anziolavino (3-2) e Fidende (0-0). Nel 2013 il calendario non offrì alla rinata Salernitana di poter disputare 180’ consecutivi a Salerno, mentre nella stagione successiva la possibilità fu tolta dalla sceneggiata dei calciatori della Nocerina. Il 10 novembre la Salernitana vinse a tavolino, 9 giorni prima il Grosseto passò all’Arechi 0-1.

Nella stagione 2014/2015, quella della promozione di Menichini, i granata giocarono due partite in casa tra il 31 gennaio e l’8 febbraio: 2-2 con la Vigor Lamezia, 2-1 con l’Ischia. 12 mesi dopo era già serie B. La prima stagione fu tormentata, i granata si salvarono solo ai playout. Tra il 19 e il 24 aprile 2016 la Salernitana, sempre con Menichini in panchina, ottenne 4 punti tra Vicenza (0-0) e Livorno (3-1).

Nel 2016/2017 teoricamente la Salernitana riuscì a vincere due partite consecutive in casa, però in mezzo ci fu una pausa di un mese. I granata vinsero il 30 dicembre con il Perugia l’ultima gara del girone di andata, poi Coda portò i 3 punti anche contro lo Spezia nella prima gara di ritorno giocata sempre a Salerno il 22 gennaio. Non esattamente due gare ravvicinate. In quella stagione la doppia consecutiva cadde a cavallo tra il 25 e il 29 aprile: 0-0 con il Bari, ko 1-3 con il Frosinone.

L’anno scorso la Salernitana ebbe addirittura per due volte la possibilità della doppia casalinga in pochi giorni. Tra il 28 ottobre e il 4 novembre 2016 i granata riuscirono a battere l’Empoli con la doppietta di Bocalon, ma quella di Rossi servì solo a trovare il 2-2 con il Bari. Nel girone di ritorno, tra il 21 e il 28 aprile la Salernitana prima perse con il Cittadella 1-3, poi sette giorni dopo reagì battendo il Brescia 4-2.

Purtroppo (o per fortuna, verrebbe da dirsi), il cavalluccio non dovrà più giocare in questa stagione per due volte di fila all’Arechi. Appuntamento al prossimo campionato per rompere la maledizione: i record, anche quelli negativi, sono fatti per essere battuti.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News