Connect with us

News

D’Aversa, tre punti e spettro esonero allontanato: “Prestazione da uomini veri”

“Oggi serviva una prestazione da uomini veri, devo ringraziare i ragazzi”. Gongola Roberto D’Aversa, tecnico della Sampdoria. Un successo importante per morale e classifica, ma anche per puntellare la panchina dell’ex tecnico del Parma su cui da settimane aleggia l’ingombrante spauracchio di Beppe Iachini: “Il momento non era semplice, Salerno è un campo difficile e la Salernitana un avversario ostico. Dovevamo giocare liberi di testa, i ragazzi hanno sfruttato bene la pausa. Nessuno voleva subire gol, Audero ha fatto grandi parate, Quagliarella ha salvato un tiro sulla linea. Abbiamo individualità importanti e dobbiamo farle emergere. Dovevamo dare una risposta a tutti, soprattutto alla società che ci è stata vicino. La vittoria di oggi è una bella gioia anche per i tifosi. Gli episodi vengono dalla tua parte se fai bene le cose e oggi non era semplice perché ci mancavano i risultati da un po’. I ragazzi hanno quasi sempre fatto bene. Oggi potevamo fare un gol in più, ma siamo rimasti sempre dentro la partita fino alla fine”.

Tre punti che risollevano la Sampdoria in classifica: “Questo è un punto di ripartenza. La tempesta c’è ancora, dobbiamo continuare a lavorare con coraggio, giusto godersi per 24 ore la vittoria per poi ripartire. Avevo chiesto ai ragazzi di ragionare come se fosse la prima di campionato. Tatticamente sapevamo che nel secondo tempo si sarebbe rotta, sarebbe diventata partita di attenzione, di contrasti e voglia di portare a casa il punteggio, si poteva anche arrotondare, ci sono state situazioni in cui dovevamo chiuderla perché se subisci gol su palla inattiva rischi di riaprirla. Non era semplice, non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Avendo due attaccanti come Caputo e Quagliarella abbiamo cercato di tenerli più vicini all’area della Salernitana, abbiamo provato pressione alta anche contro altre squadre, oggi la differenza l’hanno fatta la determinazione ed il concedere poco o nulla alla Salernitana”. 

Sulla squadra granata: “Bonazzoli ha un potenziale forte, doveva giocare con continuità e la sta trovando a Salerno. Gagliolo? L’ho rivisto volentieri, abbiamo fatto un percorso importante a Parma dalla Serie C alla Serie A. Ribery è un giocatore importante e lo sta dimostrando nel nostro campionato, a seconda del ruolo che ricopriva ci potevano lavorare o Bereszynski o Thorsby. Dobbiamo guardare in casa nostra, a prescindere dai risultati delle altre si è fatto meno di quel che potevamo fare, lavoriamo per tornare in posizioni di classifica congrue al valore della rosa”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News