Connect with us

News

Dalla sosta… alla sosta, da Venezia a Cremona: Salernitana, vietato abbassare la guardia!

Benevento, Trapani, Chievo, Livorno e Frosinone. In venti giorni la Salernitana è scesa in campo cinque volte, dal 16 settembre al 6 ottobre, vale a dire al termine della sosta delle nazionali successiva alla seconda giornata, fino all’ultima scattata dopo la sfida ai ciociari. Un miniciclo non da poco, sia per la qualità degli avversari sia per il dispendio fisico, dal quale i granata sono usciti decisamente promossi (8 punti conquistati). La serie di impegni a stretto giro di posta si riproporrà alla ripresa. L’ippocampo tornerà a giocare sabato 19 al Penzo di Venezia (ore 15), poi si scenderà di nuovo in campo all’Arechi per la sfida al Perugia sabato 26 alle 15. Il secondo turno infrasettimanale del campionato vedrà i granata impegnati all’Arena Garibaldi contro il Pisa martedì 29 ottobre alle 21. Riaffioreranno vecchi ricordi per Ventura e Cerci, i due in nerazzurro hanno sfiorato infatti una promozione in massima serie (2007/08). Quattro giorni dopo sarà tempo di sfidare la Virtus Entella a Salerno, il tour de force si chiuderà il 10 novembre con la trasferta di Cremona, contro i grigiorossi del neo tecnico Baroni, prima del nuovo stop di due settimane. Insomma col Venezia comincierà un mini campionato di cinque match che dirà ancora di più sulle ambizioni e le possibilità della nuova Salernitana, in particolare i faccia a faccia con le due big Perugia e Cremonese saranno test importanti per rimanere nelle zone nobili di classifica. Gian Piero Ventura non ammetterà cali di concentrazione, per non depauperare quanto raccolto finora, magari migliorando lo score interno e mantenendo inalterato quello esterno, fin qui decisamente positivo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News