Connect with us

News

Cosenza-Cittadella-Brescia, altro tris verità. E non sarà l’ultimo…

Il match di sabato contro il Cosenza inaugurerà un altro trittico decisivo, in chiave classifica, per la Salernitana. Dopo il match contro i rossoblu, i granata andranno al Tombolato (martedì 16 marzo) per sfidare il Cittadella. A chiudere il cerchio ci sarà la sfida al Brescia di domenica 21 marzo, all’Arechi. Poi l’ultima pausa del campionato fino al 1 aprile, dopodiché partirà il rush finale. L’inizio ritardato dei campionati causa Covid e l’Europeo con inizio l’11 giugno prossimo fanno sì che il calendario sia molto condensato, i match ravvicinati sono quindi un habitué per le squadre cadette.

Non è quindi la prima volta che la Salernitana si trova a giocare più partite a distanza di pochi giorni. La prima volta è successo ad ottobre, tra la terza e la quinta giornata, con in rapida successione Pisa, Vicenza ed Ascoli tra il 17 e il 24 di quel mese. Gli uomini di Castori racimolarono ben sette punti, battendo nerazzurri e bianconeri in casa (4-1 ed 1-0) e pareggiando 1-1 al Menti. Dal 12 al 21 dicembre scorso la Salernitana ha disputato addirittura quattro partite, con un bottino di cinque punti. Un ko a Brescia (3-1), poi due pareggi di fila contro il Lecce all’Arechi (1-1) e il Frosinone allo Stirpe (0-0) e la vittoria, sempre a Via Allende, in rimonta contro la Virtus Entella (2-1). Tra il quindicesimo e il diciassettesimo turno, a cavallo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, la Salernitana trovò sul suo cammino Venezia (27 dicembre), Monza (30 dicembre) e Pordenone (4 gennaio). In laguna l’ippocampo colse i tre punti grazie alla doppietta di Anderson, poi il sonoro 3-0 incassato in Brianza e il discusso ko in casa con i ramarri, condizionato dalle decisioni arbitrali (espulsi Capezzi e Di Tacchio).

Ad inizio girone di ritorno la banda Castori ha ottenuto tre X di fila contro Chievo (1-1), Pisa (2-2) e Vicenza (1-1), tra il 6 e il 13 febbraio. Tre punti che stanno stretti, considerando il discusso gol dei gialloblu e il rigore fallito da Tutino contro i biancorossi. La vittoria di sabato a Cremona ha chiuso un altro trittico, inaugurato il 26 febbraio dal match di Reggio Emilia, finito 0-0, e proseguito con l’altro 0-0 in casa con la Spal di martedì scorso. Cinque punti raccolti dalla Salernitana, ma il rigore fallito da Di Tacchio contro gli estensi grida ancora vendetta. Cosenza-Cittadella-Brescia non sarà però l’ultimo tris di impegni ravvicinati per la squadra di Castori. Dopo la pausa, dal 1 al 10 aprile, la Salernitana sfiderà Lecce in trasferta, Frosinone in casa ed Entella in trasferta. Dal 17 aprile al 24 aprile il calendario riserverà ai granata, tra la 34^ e la 36^ giornata, le sfide casalinghe contro Venezia e Monza e l’impegno di Lignano contro il Pordenone.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News