Connect with us

News

Cori per la maglia e striscione pro-gemellaggio. La prima stagionale dell’Arechi termina con il breve confronto tifosi-giocatori

Prima calda serata agostana. Dopo oltre tre anni, s’incrociano le strade di Salernitana e Reggina seppur le due squadre siano impegnate quest’oggi nella classica amichevole di mezz’estate.

Arechi poco gremito. Sono 2239 gli spettatori presenti all’impianto di Via Allende, ma ciò non frena la voglia di confermare con gioia il gemellaggio che dura da oltre trent’anni. Poco prima del fischio d’inizio, c’è stato uno scambio di targhe tra il presidente della Reggina, Mimmo Pratticò, e il dirigente della Salernitana, Alberto Bianchi. In Curva Sud, inoltre, è stato esposto lo striscione “Fratelli al nostro fianco fino in fondo. Reggio e Salerno oltre i confini del mondo”.

Durante tutti i novanta minuti cori per la maglia e nessuna presa di posizione sulle ultime calde ore di Claudio Lotito, interessato alla presidenza del Bari, ma sconfitto nella serata di ieri da Aurelio De Laurentiis. Al termine della stessa brevissimo incontro sotto la Sud tra tifosi e giocatori, conclusosi con scroscianti applausi finali.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News