Connect with us

News

Cicerelli ancora a parte, Ventura studia alternative. Quanto manca il terzino destro…

Emmanuele Cicerelli continua a lavorare a parte nella settimana che condurrà la Salernitana al match contro il Livorno. L’esterno destro soffre per una botta – non la prima – rimediata al ginocchio destro in quel di Verona e resta in forte dubbio per domenica. Solo terapie e lavoro differenziato oggi, mentre il resto del gruppo si è allenato al Mary Rosy. Lo stesso farà domani pomeriggio. Ventura potrebbe anche decidere di non forzarne il recupero, se non dietro ampie rassicurazioni dello staff medico, in modo da disporre del giocatore nella difficile e delicata successiva trasferta di Frosinone. Della serie, un pizzico di riposo in più per non rischiare di perderlo più a lungo. Si deciderà tutto tra domani e sabato. Dovesse essere considerato arruolabile dal primo minuto, l’ex foggiano si sistemerebbe sull’out destro come da copione consolidato soprattutto a inizio stagione, quando Lombardi era fuori causa.

Cicerelli tuttavia è l’unico esterno destro rimasto a disposizione e i suoi acciacchi preoccupano non poco il trainer, dopo il serio infortunio occorso a Lombardi e le cessioni di gennaio di Kalombo e del giovane Novella, che avrebbero potuto interpretare – anche se con diversi valori – il ruolo di quinto a destra. Il tecnico potrebbe far riposare Cicerelli domenica, varando il 3-5-2 con Lopez (di rientro dalla squalifica) a sinistra e Kiyine a destra. Curcio non ha i 90′ nelle gambe. Anche il Livorno potrebbe schierarsi in questo modo, dopo la strigliata di Spinelli che ha chiesto un modulo più equilibrato a Breda, rispetto al 4-3-3 che non ha dato grossi frutti dal ritorno dell’ex capitano granata sulla panchina toscana.

L’alternativa, studiando i disponibili, potrebbe essere un 4-3-1-2, modulo tuttavia mai adottato da Ventura e frutto di mere idee che non trovano riscontro nelle prove in allenamento, almeno finora. In tal caso, con Lopez sull’esterno mancino basso, l’unico adattato sarebbe Karo a destra, che terzino non è. Diverse, invece, le soluzioni dalla mediana in su con uno tra Maistro e Kiyine che potrebbe agire da trequartista; sempre uno dei due, Capezzi, Di Tacchio e Dziczek si giocherebbero le tre maglie di  centrocampo (Akpa squalificato). Tutte ipotesi. Certo, alla luce degli episodi di lunedì, cresce il rammarico per non aver recuperato sul mercato di gennaio un rinforzo, anche under, in grado di poter interpretare il ruolo di terzino destro con la difesa a quattro.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News