Connect with us

News

Ciardullo: “Salernitana, signora squadra! Volpicelli e gli altri, valori aggiunti per il mio Pro Piacenza”

In estate ha lasciato la Salernitana per diventare il nuovo direttore sportivo del Pro Piacenza, compagine rossonera che milita in Lega Pro. Ad Adriano Ciardullo, tuttavia, i colori granata sono rimasti nel cuore ed era presente sabato allo Zini di Cremona per assistere al combattuto match tra le formazioni allenate da Andrea Mandorlini e Stefano Colantuono: “E’ stata una buona prestazione in una gara maschia. La Cremonese è un’ottima squadra, sono rimasto molto legato ai colori granata e sono felice per il punto conquistato. Questa squadra – aggiunge Ciardullo ai microfoni di Radio Alfa  si permette il lusso di avere in panchina gente come Djuric. Nei due anni passati a Salerno non ricordo una squadra così forte: la società ha fatto sacrifici, il direttore Fabiani ha messo a disposizione del tecnico una signora squadra. Sono convinto che il campo darà il suo giudizio, ad ora la squadra non ha espresso a pieno il suo potenziale”. 

Come detto in precedenza, Ciardullo è il direttore sportivo del Pro Piacenza. Tra i tanti giocatori in rosa vi sono molti ex granata, tra cui Volpicelli: “Lunedì sera, nel posticipo, abbiamo vinto a Vercelli, contro il Gozzano, con un goal molto bello di Emilio. Penso che lui e gli altri calciatori provenienti dalla Salernitana stiano dando un valore aggiunto al Pro Piacenza. A gennaio non ci penso, è ancora molto lontano, noi abbiamo iniziato il campionato in ritardo. Se ci saranno altre opportunità non ci tireremo indietro”.

Infine, una chiosa finale sul caos che coinvolge da mesi il calcio italiano: “Il Pro Piacenza è una squadra piccola. L’ambiente è completamente diverso da quello di Salerno, ma ci stiamo togliendo le nostre soddisfazioni, con il primo posto in classifica seppur abbiamo una gara in meno. Domenica dovevamo giocare con l’Entella, ma la gara è stata rinviata per i motivi che tutti conosciamo. Sulla vicenda penso che sia una sconfitta di tutti parlare di queste cose ad ottobre iniziato. Io sono uomo di campo e preferisco parlare di campo, non è possibile avere i campionati bloccati per motivi giudiziari. Come movimento italiano non ne usciamo puliti. Il campionato è, inevitabilmente, falsato”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News