Connect with us

News

Carpi bestia nera, ha sempre battuto la Salernitana! L’anno scorso decise Malcore

Senza ombra di dubbio, il Carpi è la bestia nera della Salernitana. In tre partite disputate dai granata allo stadio Cabassi, infatti, sono arrivate altrettante sconfitte per il cavalluccio marino, tutte peraltro nell’arco di poco più di un anno. Non è andata meglio neppure nei confronti casalinghi, due negli ultimi due campionati, in cui pure ha racimolato zero punti. Insomma, il biancorosso emiliano è più di un tabù da sfatare per la Salernitana che al Cabassi ha segnato solo in Coppa Italia.

La prima volta dei granata a Carpi è datata 6 maggio 2017, con la squadra virtualmente fuori dalla possibilità di raggiungere i playoff alla quarantesima giornata del campionato di Serie B 2016/17. Con Bollini in panchina, i campani furono sconfitti 2-0 con i gol di Bianco e Lasagna. L’anno scorso, invece, ben due le occasioni di rivincita… entrambe fallite: la prima in Coppa Italia al terzo turno, col 3-3 dei tempi supplementari e il definitivo 7-6 per il Carpi dopo i calci di rigore (Rosina e Bocalon si fecero ipnotizzare da Colombi, ndR). Nei 120′ i granata andarono sul doppio vantaggio nel primo tempo grazie a Joseph Minala e Antonio Zito, per poi farsi raggiungere nel giro di sei minuti da Malcore (su rigore) e Concas tra il 72′ e il 78′. Ai supplementari un bel gol da fuori di Riccardo Bocalon riportò la Salernitana in vantaggio, prima del 3-3 firmato Nzola. Un mese dopo, l’ippocampo cadde pure in campionato, alla terza giornata: 1-0 il finale, ancora Malcore in gol e due clamorose occasioni fallite da Rodriguez e Gatto per il possibile pareggio. Di seguito il tabellino di quella gara, datata 9 settembre 2017:

TABELLINO   –   CARPI-SALERNITANA 1-0 (2017/18)

CARPI (3-5-2): Colombi; Sabbione, Ligi, Poli; Bittante (28′ st Brosco), Pasciuti, Verna, Saber (40′ st Mbaye), Jelenic; Mbakogu, Manconi (20′ pt Malcore). A disposizione: Serraiocco, Vitturini, Capela, Giorico, Yamga, Carletti, Saric, Pachonik, Belloni. All: Calabro.

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Perico, Bernardini, Tuia (22′ st Pucino), Vitale; Minala, Ricci (1′ st Sprocati), Odjer, Gatto, Bocalon, Rossi (1′ st Rodriguez). A disposizione: Adamonis, Mantovani, Signorelli, Zito, Alex, Della Rocca, Schiavi, Di Roberto, Asmah. All: Bollini.

Arbitro: sig. Pezzuto di Lecce (Bresmes/Scarpa. IV uomo: Lorenzin)

Marcatore: 35′ pt Malcore. Ammoniti: Mbakogu (C), Rodriguez (S). Angoli: 5-8. Recuperi: 2′ pt, 3′ st. Spettatori: 2580.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News