Connect with us

News

Caramanno era al Teghil: “Ora stiamo attenti e lasciamo squadra in bolla, niente assembramenti!”

La Salernitana arriverà in serata al campo Volpe, intorno alle 21, al rientro dall’emozionante trasferta di Lignano. Sul web è già mobilitazione per accogliere i calciatori, ma le autorità frenano: “Lasciamoli tranquilli, faccio un appello ai tifosi affinché lascino rientrare tranquillamente i calciatori. Bisogna evitare ogni contatto fisico in questi momenti, confermiamo la bolla dei calciatori dal punto di vista della salute e dell’igiene. Capisco che è complicato, ma diamoci un pizzico sulla pancia e facciamolo per il loro bene e per il bene della Salernitana”, ha detto Angelo Caramanno, assessore allo sport al Comune di Salerno che era sui gradoni del Teghil fra i pochi spettatori accreditati per seguire da vicino la sua grande passione. L’amministrazione comunale ha allertato Protezione Civile e Questura per organizzare l’arrivo in città della carovana granata e fare in modo che tutto possa filare liscio. Non ci si può permettere di festeggiare: intanto perché il campionato non è finito e farlo prima del tempo non sarebbe opportuno, poi perché abbracci e contatti potrebbero creare assembramenti nocivi per la popolazione e ovviamente per la squadra.

“Dobbiamo stare tutti attenti. Questa squadra ha costruito un percorso in una bolla, non solo rispetto al Covid, ma anche rispetto a una tranquillità che grazie all’allenatore ha trovato: per altri 5 giorni bisogna avere la forza di farli stare tranquilli. – aggiunge Caramanno ai nostri taccuini – Come tifosi bisogna resistere, non diamo alla squadra tensioni e facciamo concentrare i ragazzi per le restanti due partite. Faccio fatica anche io a mantenermi, mi rendo conto che è difficile. Incrociamo le dita: c’è stato un po’ di scetticismo nel corso di questa stagione, trasformiamolo in scaramanzia e rimaniamo tutti con i piedi per terra”. 

L’assessore tifoso ha sofferto in tribuna al Teghil. “Ho avuto paura di pareggiarla, a un certo punto ho rivisto qualche diavoletto che girava per il campo. Sono spiriti maligni che ogni tanto ci attanagliano, di natura psicologica; ogni tanto andiamo in autoisolamento, invece dovremmo farlo solo per concentrarci. Il Pordenone, squadra dignitosa, a un certo punto ha preso il comando e onestamente mi sono preoccupato”, il commento… a freddo, dopo la gioia incontenibile espressa dopo il rigore di Tutino. “Castori? Un uomo semplice e umile, dal quale tutti devono imparare: è un grande lavoratore, un esempio per i giovani e per i grandi, parla poco e fa i fatti. Riesce a trarre il meglio da tutti, giocatori forti e meno forti. Questa è una dote di pochi. – afferma ancora Caramanno – Anche Bocchini è in gamba, sa stare nel suo ruolo e ha saputo interpretarlo al meglio oggi: in alcuni momenti sembrava anche un capo ultrà, è bella la sintesi che riesce a esprimere. I giocatori devono essere incoraggiati da questo successo in trasferta ed acquisire consapevolezza. Hanno bisogno di sentirsi bravi come sono: ‘contro’ di noi abbiamo nomi importanti, ma i nostri se giocano la fanno veder nera a tutti. Questa vittoria va dedicata anche a tutti i tifosi della Salernitana: tutti, per quanto siano critici o meno, vicini o lontani, hanno capito da un po’ di tempo che dobbiamo assumere grande attenzione e grande rispetto nei confronti di questa squadra che ha fatto un campionato straordinario, oserei dire storico, al netto di quel che accadrà alla fine della stagione”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News