Connect with us

Serie B

Caos Serie B, il Cdm passa la palla al Tar: il format del torneo cadetto può ancora cambiare

serie b

Non è ancora detta l’ultima parola in merito al format del campionato di Serie B. Dopo che il Tribunale Federale Nazionale qualche giorno fa ha respinto i ricorsi di Catania, Novara, Ternana, Pro Vercelli e Siena (clicca qui per l’articolo) ora i giochi si riaprono grazie al Consiglio dei ministri. Su proposta del premer Giuseppe Conte infatti è stato approvato un decreto legge che permette “al Coni di avvalersi del patrocinio dell’Avvocatura dello Stato e riserva alla competenza del Tar del Lazio le controversie” in merito a provvedimenti legati ad ammissione ed esclusione da competizioni professionistiche società o sportive “escludendo la competenza degli organi di giustizia sportiva con l’eccezione di determinati casi in grado di garantire statuizioni definitive entro 30 giorni”.

Il provvedimento potrà essere applicato a procedimenti già in essere e dunque anche a quello relativo al format del torneo di Serie B. Tutto ora dipenderà dal Tar del Lazio che nel corso dell’estate ormai archiviata ha assunto un atteggiamento alquanto controverso accogliendo prima il ricorso di Ternana e Pro Vercelli e revocandolo successivamente demandando la decisione finale al TFN.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B