Connect with us

Serie B

Caos B, Giorgetti duro: “Roba da tornei aziendali”. Lo Monaco su Lotito: “Ha ucciso il calcio”

Mentre prosegue l’interminabile, estenuante e finora inconcludente iter giudiziario delle squadre in lotta per reclamare il ripescaggio in cadetteria arriva la durissima presa di posizione di Giancarlo Giorgetti, sottosegretario del governo Conte con delega allo sport. In un’intervista al Corriere dello Sport Giorgetti non usa mezzi termini per definire la situazione caotica che attanaglia la seconda lega italiana: “Siamo gli unici con un campionato zoppo a 19 squadre, roba da tornei aziendali – le dure parole del sottosegretario – La riforma della giustizia sportiva era necessaria, non si poteva andare avanti così con un’infinità di passaggi inutili, di ricorsi e sentenze puntualmente annullate. Se il calcio italiano fosse in grado di garantire legittimità, fluidità, moralità e regolarità ai campionati, nessuno si permetterebbe mai di intervenire con la politica. Le società devono funzionare in modo ordinato, nel calcio e nello sport non possono esserci improvvisazione o comportamenti fraudolenti”.

Giorgetti, accanito tifoso del Southampton, propone di mutuare dall’Inghilterra “il controllo dell’accesso alla proprietà di un club. L’FA ha regole precise ed è inflessibile, pensi soltanto a come è stato trattato Cellino a Leeds. L’hanno sostanzialmente costretto a vendere. Ricordo ancora la manifestazione dei tifosi contro il proprietario italiano. Ecco, anche da noi la selezione alla porta d’ingresso dovrà essere severissima. Sia chiaro, molte altre cose dovranno cambiare. Il Governo è attento e decisamente sensibile allo sport, garantisce l’autonomia alla federcalcio, ma se il sistema non ce la fa da solo è pronto a intervenire”.

Sempre sul tema (mancati) ripescaggi, durissimo l’attacco di Pietro Lo Monaco a Lotito: “Questo signore, la notte, prima di andare a dormire, dovrebbe riflettere sulla situazione di sfascio cui è giunto il calcio italiano, che è frutto del suo imperversare! Ricordo tre anni fa quando mi disse che in sei mesi avrebbe cambiato il calcio. Beh, c’è riuscito, l’ha fatto morire…”, il durissimo affondo dell’amministratore delegato del Catania sulle colonne del portale gianlucadimarzio.com.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B