Connect with us

News

Cannella vota Ventura: “Si mantiene giovane dentro”. E quel pugno preso a Cosenza…

Gian Piero Ventura ha già conquistato Salerno ma avrebbe potuto farlo già in passato. Il tecnico ligure infatti si sarebbe potuto ritrovare sulla panchina della Salernitana già nel 2002, al termine del campionato di Serie B terminato col 6° posto e con Giuseppe Cannella ds. L’allora direttore sportivo granata, ospite di Amici Granata su Tv Oggi, ha svelato infatti il retroscena: “A fine campionato avemmo molte discussioni col tecnico (Zeman ndr) che voleva cambiare tutto ma non ero d’accordo, inoltre iniziò la crisi del calcio. Invitai Ventura a Salerno, il contratto era pronto e invece il presidente confermò Zeman e mandò me a casa”.

Cannella è legato a Ventura da un rapporto di stima ed amicizia: “Si mantiene giovane dentro, non so cosa è successo in Nazionale ma credo sia stata la peggior selezione degli ultimi anni. L’unico grande richiamo devo farglielo per aver accettato la proposta del Chievo”.

Sul mancato utilizzo di Dziczek: “Ventura è un allenatore tatticamente esigente, in quel ruolo deve essere sicuro. Cerca di farlo ambientare, del resto arriva da un’altra nazione. Lo sta plasmando. Cerci? Nessuno mette in dubbio le sue qualità ma torna in Serie B dopo tanti anni, sarà una questione agonistica”.

Infine Cannella ha svelato un retroscena sull’esperienza di Babù in granata: “Si fece male a Cosenza ma riportò una distorsione della caviglia con interessamento del perone. Chi lo prese in cura, a nostra insaputa, gli mise un chiodo e lui si ritrovò a giocare con la caviglia gonfia. Quel giorno al “San Vito” presi un pugno e a fine partita Zeman mi disse ‘Se vinciamo ogni volta che prendi un pugno per me va bene'”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News