Connect with us

News

Balata fiducioso: “Se riparte la A, possiamo anche noi. Stiamo risolvendo problema tamponi”

La giornata di oggi sarà quella decisiva per il destino del calcio italiano. A Roma alle 18.30 si incontreranno il Ministro dello sport Spadafora, il numero uno della FIGC Gravina e tutti i vertici sportivi italiani, quindi anche il presidente della Lega A Dal Pino, quello della Lega B Balata, quello della Lega Pro Ghirelli e i presidenti delle associazioni di arbitri, allenatori e calciatori, ovvero Nicchi, Ulivieri e Tommasi, per discutere sulle date di ripartenza dei due massimi campionati nazionali. Proprio la cadetteria è legata a filo diretto con la massima serie che potrebbe ripartire il 13 o 20 giugno, il turno della B potrebbe arrivare esattamente sette giorni dopo. Mauro Balata resta fiducioso sia sul ritorno in campo, sia sul rispetto delle precauzioni sanitarie imposte, come riferito ai microfoni di Retesport: “Non vedo e non capisco come sia possibile ipotizzare una ripresa della Serie A e non invece quella della Serie B. Stiamo poi risolvendo il problema dei tamponi, abbiamo strutture privatistiche convenzionate in tutta Italia per sostenere i tamponi con la frequenza imposta dal protocollo attuale. Con una ripartenza fissata intorno al 20 giugno potremmo avere anche una ulteriore possibilità di revisione dei protocolli. Il Governo sta monitorando la situazione e vedremo quali saranno le loro decisioni. Noi abbiamo avuto un atteggiamento di massimo rispetto nei confronti delle Istituzioni che hanno la responsabilità di tutelare la salute dei cittadini. Ma con la Fase 2 siamo in un momento migliore, speriamo e contiamo che nei prossimi giorni ci siano delle condizioni ancora migliori per ritornare a giocare”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News