Connect with us

News

Moriero, presente al Via del Mare, parla a SN: “Lecce meritava qualcosina in più, ma la Salernitana lotterà per la serie A”

L’esordio al Via del Mare, per giunta in serie B dopo aver vinto il campionato di C nella stagione precedente, è un appuntamento a cui un leccese doc non può certo mancare. Francesco Moriero non s’è sottratto al compito e l’ha adempiuto nel miglior modo possibile, scrutando le due squadre dall’alto della tribuna dell’impianto salentino. “Sulla carta è una grande Salernitana, in campo però si è visto un bel Lecce che ha messo in difficoltà una squadra costruita per fare cose importanti in questo campionato –  il commento, ai microfoni di SalernitanaNews, dell’ex centrocampista dell’Inter di Ronaldo – Il campo, poi, ha penalizzato a mio avviso la squadra di casa che è più rapida e predilige di più il gioco palla a terra. Secondo me la Salernitana è rimasta sorpresa dalla partenza sprint del Lecce, che ha gente che sa giocare a calcio, fraseggia molto bene e non ti dà punti di riferimento. Basti vedere i movimenti degli attaccanti e dei trequartisti salentini: venivano sempre a giocare tra le linee, nello spazio alle spalle dei centrocampisti granata. Per questo la Salernitana è andata in difficoltà, anche se poi nel secondo tempo Colantuono è stato bravo a mettersi a specchio o quasi: questa mossa ha dato sicuramente qualcosa in più alla squadra”. 

Lucida e condivisibile analisi, dato che col cambio di modulo (passaggio dal 3-5-2 al 4-3-1-2, ndr), il passaggio alla difesa a quattro e l’avanzamento di Di Gennaro a ridosso delle punte la squadra ha creato sicuramente maggiori pericoli. Dunque, sorge spontanea la domanda: c’è già un “problema modulo” alla seconda giornata? “Dico soltanto che il 3-5-2 è stato un po’ scolastico, questo è sicuro. La Salernitana è una squadra che deve andare a pressare alto e a prendere l’avversario nella propria metà campo, non può attenderlo. Poi, per me che vedo il calcio in una certa maniera, non posso far altro che apprezzare Di Gennaro sulla trequarti. Ad inizio gara faceva il play, chiaramente le scelte spettano a Colantuono che lo vede ogni giorno e lo allena ogni giorno. Nel complesso, però, la Salernitana è andata via da Lecce con un punto importantissimo, perchè i giallorossi non meritavano di perdere nonostante il secondo tempo positivo della squadra campana. Ma c’è da migliorare dal punto di vista del gioco”

Anche se sulle prospettive della squadra granata, “Checco” Moriero, ha pochi dubbi: “Ieri, in tribuna, ne parlavo con le persone che erano lì accanto a me: la Salernitana ha tutte le carte in regola per fare un gran campionato. Non c’è solo Di Gennaro, la squadra è ricca di calciatori forti che conoscono la categoria. Anche ieri sera c’erano in panchina alcuni ragazzi forse addirittura più forti di quelli che erano in campo. Quest’anno può fare davvero il salto di qualità ma dipende anche da altri fattori, come ad esempio la fortuna. Se tutto andrà come deve, la Salernitana lotterà per vincere il campionato insieme alle altre 4-5 corazzate di questo torneo che, rispetto agli altri anni, sembra avere un pizzico di qualità in più”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News