Connect with us

News

All’Arechi la sconfitta numero cinque, come in tutta la passata stagione: peggio solo il Carpi ultimo

Una crisi profonda, impietosa, che non ha intenzione di fermarsi. Da fortino a terra di conquista, tutto in tre mesi. La Salernitana ha cambiato la sua vita con un click e ieri all’Arechi è arrivata l’ennesima sconfitta stagionale di un campionato ormai sempre più deludente e mortificante.

Anche il modesto Crotone ha avuto vita facile a Via Allende, colpendo quando necessario e non rischiando praticamente mai nulla. Il 2-0 degli squali è meritato e stende l’ennesimo velo pietoso sul rendimento casalingo dei granata che quando giocano all’Arechi ormai non sanno più vincere. Solo tre mesi fa si parlava di una Salernitana in versione macchina perfetta che non lasciava nulla sul prato amico, con un bottino che la proiettava in alto in classifica generale e in altissimo in quella che prende in esame solo le partite casalinghe. Tre mesi dopo è cambiato il mondo. Ieri la Salernitana ha subito la quinta sconfitta stagionale interna, numero scandalosamente alto. Brescia e Pescara nel girone d’andata, poi l’inferno al ritorno: Lecce, Benevento e quindi Crotone, tutte a festeggiare sotto la Nord mentre la Sud è passata dal “ci stiamo divertendo” al “liberate la Salernitana”.

In questa stagione di Serie B fare punti in casa fa la differenza e l’unica ad aver perso più partite tra le mura domestiche è il Carpi. L’ultima in classifica. Meglio sorvolare sul fatto che la squadra di Castori ha vinto solo due partite al Cabassi di cui una proprio contro la Salernitana.

Da quando i granata sono tornati in B questa si sta rivelando la peggior stagione per rendimento interno. Nel 2015/2016 i granata persero 6 volte all’Arechi, 4 la stagione successiva e 5 l’anno scorso. Ma con 21 partite disputate contro le 14 attuali. Tutti numeri che inquadrano perfettamente il momento nero del cavalluccio, tutti numeri che rendono ancora una volta amara una stagione partita con speranze e propositi e che si è rivelata presto amara e sconsolante.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News