Connect with us

News

Il doppio ex Dazzi: “Sarebbe un sogno vedere Spezia e Salernitana in A”

Nativo di Spezia, ha difeso la porta dei bianconeri in Serie B nella stagione 2007/2008. Ivan Dazzi è stato il portiere sia del Salerno Calcio che della Salernitana. Con la compagine blaugrana allenata da mister Perrone è stato ingaggiato nel marzo 2012. Dopodiché è stato riconfermato nell’ottobre dello stesso anno, seppur a stagione iniziata. Riuscì anche a scendere in campo con i granata a causa del grave infortunio alla milza occorso ad Anthony Iannarilli. Dazzi, dunque, racconta la sfida di sabato tra campani e liguri con grande entusiasmo: “Sarebbe un sogno per me vedere entrambe le squadre in A, magari a braccetto. Sono due formazioni che possono ambire al salto di promozione. Penso che sabato sarà una sfida molto equilibrata tra due squadre che hanno valori simili”. Così l’ex portiere di ambedue i team ai nostri microfoni.

Inevitabile un ricordo sulle esperienze di La Spezia e Salerno: “Reputo La Spezia e Salerno città molto simili, non solo per il lungomare: i tifosi sono affamati di calcio, ti tengono sempre sul pezzo. Se vai bene, si va in paradiso, se le cose non vanno come devono andare, c’è qualche critica in più. Sicuramente giocare in entrambe le squadre è stato molto stimolante. A 21 anni ho avuto l’opportunità di difendere i pali della squadra della mia città. Fu un anno non facile, dati i gravi problemi finanziari della squadra. Non riuscimmo a salvarci. Non ho potuto proseguire l’avventura perché poi successivamente venne una nuova proprietà e fece altre decisioni. A Salerno mi sono trovato davvero bene. Ho legato molto con tutti i ragazzi, in special modo con Iannarilli. Desidero ringraziare pubblicamente Gigi Genovese, persona speciale che mi ha dato molto. E’ stato bello festeggiare le vittorie dei campionati, un po’ meno lasciare la squadra soprattutto quando sulla parola sembrava certo il rinnovo per la stagione successiva…”.

L’ex portiere ha smesso giovanissimo, anticipando i tempi, facendo una scelta che ormai sta diventando quasi una normalità in ambito calcistico: “Ho fatto una scelta che, in realtà, già pensavo di fare in precedenza. Dopo la Salernitana ho ricevuto anche proposte in Serie C, ma rendendomi conto di aver perso il treno delle grandi occasioni, ho pensato di anticipare i tempi e quindi di pensare immediatamente al futuro post-calcio. Il lavoro che faccio ora (dirige un’agenzia immobiliare a Milano, ndr) sarebbe stato quello che avrei fatto dopo il calcio. Non ho particolari rammarichi della mia carriera, posso solo consigliare alle nuove leve che non si vive di solo calcio e di ponderare sempre le proprie scelte”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in News

Segnala questo articolo via Email