Connect with us

Giovanili

VIDEO. Rizzolo: “Il lavoro ci permette di abbattere le differenze con le squadre più in alto”

La Salernitana Primavera riscatta l’unico grande passo falso del campionato, la sconfitta per 5-0 a Lecce, battendo i salentini per 2-1 al Volpe. Ma mister Rizzolo bada solo al percorso che stanno facendo i suoi ragazzi: “Quella dell’andata non era la nostra vera Salernitana, probabilmente la loro miglior partita ha coinciso con la nostra peggiore. Ma oggi non vivevamo per la rivincita, oggi dovevamo continuare a fare quanto di buono fatto per tutta la stagione. I ragazzi sono encomiabili, lavorano sempre bene e credo che in campo si sia visto questo spirito che non ci deve mai mancare, perché è anche quello che ci permetterà di giocarcela con le squadre che stanno più in alto di noi. Queste squadre magari organizzano le cose in maniera differente, ma con la determinazione e la voglia i valori si abbattono. Loro avevano giocatori importanti, anche stranieri, e noi sappiamo che partiamo un pochettino sotto, ma nel calcio il lavoro che metti in più sul campo fa livellare le situazioni. Oggi in campo c’era una squadra che aveva voglia di fare risultato, non per riscattare quello che era successo all’andata ma per continuare il nostro percorso di crescita. Abbiamo avuto più voglia di loro e si è visto dal primo minuto fino a dopo il novantesimo“.

L’unico rimprovero è per la distrazione in occasione del 2-1: “I ragazzi mi hanno detto che stavano aspettando perché la palla era in movimento. Comunque da quel punto di vista bisogna dimostrare più esperienza ed essere un po’ più furbi. Non possiamo chiedere tutto, ma è anche vero che se magari capitava sull’1-0 avremmo pareggiato la partita e non avremmo assolutamente dovuto farlo, quindi ci vuole più attenzione“.

I granatini hanno centrato così la seconda vittoria consecutiva in casa aggiungendo un po’ di continuità ai propri risultati: “Noi siamo molto contenti, ci credevo e ho sempre cercato di spronare questi ragazzi anche quando i risultati non arrivavano. Ho cercato di far capire che non abbiamo sempre ottenuto quanto dovevamo, l’abbiamo pagato nei numeri. Ora non bisogna pensare a nulla di particolare, certo bisogna avere un obiettivo perché sognare è importante, ma ora ragioniamo sulla gara col Trapani“.

Infine un commento sulla visita dell’ex capitano Novella, che non è riuscito a stare nemmeno una settimana lontano da Salerno e dai suoi ex compagni: “Mattia è uno dei nostri, ce l’ha sempre dimostrato quando era con noi e continua a farlo ora che è con noi. Ha fatto un percorso importante e siamo tutti contenti per lui. Lui deve essere testimone per tutti noi perché è andato lì e si è fatto vedere. Per gli altri invece deve essere un motivo di orgoglio e anche di stimolo a sperare e sognare di fare quello che ha fatto lui“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili