Connect with us

News

Verso l’esordio, Colantuono medita sorprese: Djavan-DiGe dal primo minuto. E in attacco…

Colantuono

Il sabato…delle sorprese. Altro che del villaggio. È quello che sta preparando Stefano Colantuono per l’esordio in campionato in programma allo stadio Arechi contro il Palermo, stando a quanto rivelato dal quotidiano “Il Mattino” stamane. Una “rivoluzione”, tra tante virgolette, non legata al modulo ma agli uomini, ovvero agli interpreti del 3-5-2 che verrà srotolato sul manto erboso dell’impianto di via Allende dal tecnico di Anzio. Per gradi, partendo dalla difesa.

Parecchie indicazioni le ha lasciate questo pomeriggio proprio lì, sul prato dell’Arechi, dove è stata strapazzata la formazione Primavera (7-0 il finale, ndr). Con Vitale e Gigliotti squalificati e Bernardini ancora ai box, davanti a Micai si candidano per una maglia – da destra a sinistra – Migliorini, Schiavi e Perticone. L’ex Avellino non è al top della forma, ma Mantovani viaggia comunque con qualche secondo di ritardo e potrebbe anche non effettuare il sorpasso decisivo. Dunque, ad oggi più Migliorini che Mantovani.

Esordio in vista anche per Djavan Anderson, che dovrebbe occupare la casella di quinto di destra. La sua gamba ed i suoi cross saranno indispensabili per l’inedita coppia alla quale Cola intende affidarsi. Ma ci arriveremo. Tornando alla mediana e restando in tema di esordi, anche Di Gennaro è pronto. L’ex Vicenza scalpita e viaggia verso una maglia da titolare. Al suo fianco i dioscuri Castiglia ed Akpa Akpro, chiamati anche ad inserirsi con convinzione sfruttando gli spazi offerti dal duo Djuric-Vuletich. Sulla sinistra, invece, agirà l’argentino Casasola.

Sì, perché la novità più grande sarà proprio questa. Non Jallow, non Bocalon, nè tantomeno il bravo Andrè Anderson. Ma Vuletich, l’argentino di mezza estate che ancora non ha convinto i più scettici e che sabato pomeriggio si ritroverà davanti una ghiotta occasione per mettersi in mostra.

Al suo fianco, come detto, il “gemello” Djuric. Simile per caratteristiche tecniche, fisiche ma non solo. E per questo, forse, c’è ancora maggiore curiosità di vederli sgomitare assieme.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News