Connect with us

News

Ventura-Caserta, confronto precedenti incrociati: numeri a favore di “Mister Libidine”

Gian Piero Ventura venerdì sera ospiterà per la terza volta in carriera la Juve Stabia. Lo ha già fatto una volta in Serie B quando guidava il Torino: era il 15 ottobre 2011 e vinse 1-0 tra le mura amiche con un gol di Rolando Bianchi. Curiosamente, quel giorno il suo attuale capitano, Di Tacchio, vestiva la casacca gialloblu. In precedenza, il 28 gennaio 1996, da trainer del Lecce aveva battuto 2-0 le vespe al Via del Mare in C1.

Per Fabio Caserta sarà la prima da allenatore sulla panchina dell’Arechi, ma da giocatore ha già calcato tre volte il prato dell’impianto salernitano, collezionando altrettante sconfitte. La prima nella Coppa Italia 2004/05 quando indossava la casacca del Catania: subentrò a pochi minuti dalla fine nel 2-1 con cui i granata si imposero. Sempre con la casacca etnea, ma in campionato, nella stessa stagione giocò 90′ all’Arechi perdendo 1-0. Il portiere del Catania era l’attuale ds stabiese, Ciro Polito, peraltro vecchia conoscenza dei tifosi della Salernitana. Infine, il precedente del 2014/15, quando a fine carriera da centrocampista della Juve Stabia partecipò al ko per 3-2 delle vespe (che in campo avevano pure l’attuale difensore granata, Migliorini).

Venerdì Ventura ospiterà per la prima volta Caserta da collega. C’è un precedente quando l’attuale tecnico stabiese era ancora calciatore: il 20 settembre 2009 in Bari-Atalanta ebbe la meglio “Mister Libidine” 4-1 con i suoi galletti. Caserta giocò 76′.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News