Connect with us

News

Venezia stregata per la Salernitana: l’ex Bocalon punisce i granata, interrotta la striscia positiva in trasferta

Si interrompe la striscia positiva della Salernitana in trasferta: un gol dell’ex Bocalon decide la sfida del “Penzo” dove vince il Venezia nonostante diverse occasioni create da Giannetti, sfortunato in due occasioni in cui il legno gli ha negato la gioia della prima rete in stagione lontano dall’Arechi. Ventura manda in campo i suoi ancora col 3-5-2 con Kiyine nell’inedita posizione di esterno destro. In avanti la coppia Djuric-Giannetti con Maistro mezzala destra e il consueto terzetto difensivo composto da Karo, Migliorini e Jaroszynski.

Al 4’ Salernitana subito vicinissima al gol: cross dalla destra di Kiyine per Giannetti che si inserisce e di punta, dopo aver anticipato Modolo, conclude sulla traversa. Passano tre minuti e l’ex Cagliari si vede annullare un gol di prima dopo un cross preciso di Lopez dalla sinistra: rete annullata per presunta posizione di offside, dubbi però sulla posizione di Ceccaroni che forse tiene in gioco l’avanti granata. La Salernitana dà la sensazione di poter far male accelerando ma al 20’ il Venezia sfiora la rete dell’1-0 sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra. Tiro da fuori di Di Mariano, batti e ribatti nell’area di rigore granata con Capello che si ritrova a calciare da posizione favorevole trovando però la grande respinta di Micai. Poco dopo la mezz’ora i padroni di casa si riaffacciano in attacco con Bocalon che dal limite costringe Micai all’intervento in due tempi. I granata confermano l’alta pericolosità offensiva al 33’ quando Giannetti colpisce il secondo legno della giornata: questa volta l’ex Livorno colpisce di testa in tuffo in anticipo su Cremonesi ma la sorte non lo aiuta. La Salernitana crea ma è il Venezia a sbloccare il risultato al 43’ con l’ex Bocalon: Di Mariano appoggia col petto a Capello che innesca il Doge, bravo ad anticipare Micai in uscita e a concludere di destro realizzando il suo secondo gol da ex dopo quello dell’Arechi del 30 marzo scorso. Le squadre vanno così all’intervallo con i padroni di casa in vantaggio nonostante i due legni colpiti ed il gol annullato a Giannetti.

La ripresa si apre con la Salernitana che prova a sfruttare sempre la stessa scelta per pungere: palla a Kiyine che apre per Lopez il quale cerca Giannetti e Djuric al centro. Paura al 58’ per una pallonata di Kiyine su Fiordilino, abbattuto dalla forte conclusione dell’ex Chievo ma ripresosi dopo qualche istante di paura. Due minuti dopo preoccupazione dalle parti di Micai per una bella discesa di Di Mariano, traversone intercettato da Jaroszinsky che allontana la minaccia. Nella circostanza problema muscolare per Firenze, costretto a lasciare il terreno di gioco con Odjer a subentrare. Al 67’ è il momento di Lombardi, all’esordio in campionato, al posto di Maistro. Negli ultimi dieci minuti Ventura tenta il tutto per tutto inserendo Jallow al posto di Kiyine e schierando i suoi con un inedito 3-4-3. Assalto che si manifesta in una clamorosa occasione, quella capitata ancora una volta a Giannetti sul corner battuto da Lopez a 5’ dalla fine: la conclusione di testa è angolata ma debole e Lezzerini riesce così a respingere lateralmente. Si tratta dell’ultimo tentativo granata prima del triplice fischio che decreta la prima sconfitta stagionale in trasferta per la Salernitana di Gian Piero Ventura.

IL TABELLINO 

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni (40’ st Casale); Zuculini, Fiordilino, Lollo (7’ st Maleh); Di Mariano (25’ st Aramu); Capello, Bocalon. A disp. Bertinato, Vacca, Suciu, Caligara, Montalto, Zigoni, Simeoni, Lakicevic. Allenatore: Dionisi. 

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Kiyine (34’ st Jallow), Maistro (22’ Lombardi), Di Tacchio, Firenze (17’ st Odjer), Lopez; Djuric, Giannetti. A disp. Vannucchi, Gondo, Kalombo, Morrone, Pinto, Dziczek. Allenatore. Ventura.

Gol: 43’ pt Bocalon (V). 

Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza (Scatragli / Grossi). IV uomo: Giovanni Ayroldi di Molfetta.

Ammoniti: Zuculini (V), Kiyine (S), Karo (S), Giannetti (S), Ceccaroni (V), Bocalon (V), Maleh (V), Jallow (S), Lopez (S).

Note: terreno di gioco in buone condizioni, presenti 4378 spettatori di cui circa 800 da Salerno per un incasso di € 32142,30. Angoli: 2-2. Recupero: 2’ pt, 5′ st.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News