Connect with us

News

Un lampo nel buio: André Anderson segna ancora, o artilheiro è già leader tecnico dei granata

Il peso dei vent’anni, delle aspettative e delle responsabilità. Oggi la Salernitana si è svegliata al buio, ancora frastornata dal possesso palla del Lecce e con ben altro umore rispetto all’alba siciliana di sette giorni fa. Gregucci ha quattro giorni di speranza, ma se il mercato non dovesse correre in soccorso il tecnico pugliese sarà chiamato a riordinare le idee di una squadra completamente allo sbando. Partendo dalle certezze, o meglio, dalla certezza.

Ieri André Anderson ha segnato di nuovo, dimostrando di essere il calciatore più in forma della Salernitana. Nei primi 10 minuti i granata non sono mai riusciti a superare il centrocampo, anche perché il brasiliano non ha toccato un pallone. Poi, al primo spunto, punizione guadagnata per permettere alla squadra di salire. E così anche al secondo guizzo, poi al terzo, poi il giallo a Lucioni. In un deserto di gioco André è apparso come l’oasi a cui aggrapparsi per non rimanere completamente storditi. L’unico in grado di fornire il cambio di passo, di far girare il pallone, di calciare in porta. E nelle ultime due partite, con successo. O’ Artilheiro non ha ancora vent’anni (li compirà a settembre) eppure è già diventato l’uomo chiave della Salernitana. In questo momento è davvero difficile pensare a una formazione priva del brasiliano, che però ha naturalmente ancora bisogno di crescere. Anderson con Gregucci ha saltato la prima con il Foggia, poi ha sempre giocato. Trequartista nel 3-4-1-2, è cambiato il partner ma l’artigliere è sempre stato lanciato con fiducia dal tecnico granata. E la fiducia è stata ampiamente ripagata.

Per rendere ancora più efficace André, però, servirebbe garantirgli maggiore qualità anche attorno. Una squadra che vede in campo anche Di Gennaro e Rosina, ad esempio, potrebbe essere più in grado di alzare quell’ “indice di pericolosità” tanto invocato da Gregucci e specchio di una Salernitana incapace di produrre con continuità azioni offensive. Giovedì finisce il mercato, poi sarà solo il campo a decidere se questa Salernitana può raggiungere i playoff. Gregucci ci prova e si aggrappa al suo calciatore più giovane. Ma che è già diventato il leader tecnico della squadra.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News