Connect with us

News

Tutino, fine della telenovela: la punta sarà granata, ecco la formula

Si chiude il cerchio sulla telenovela Gennaro Tutino, che sta per diventare ufficialmente un giocatore della Salernitana… con qualche settimana di ritardo rispetto alle premesse iniziali. L’attaccante del Napoli passerà all’ippocampo in prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni e con obbligo di riscatto in caso di Serie A. Fumata bianca confermata quindi (clicca qui per leggere l’articolo) dopo l’incontro che si è consumato oggi tra il procuratore del calciatore, Vincenzo Pisacane, e la dirigenza granata. Tutino a breve si metterà finalmente a disposizione di Castori – che lo attende da settimane – per giocare come seconda punta nel modulo immaginato dal trainer granata per esaltare le sue caratteristiche.

Sulla positiva chiusura della trattativa la nostra redazione si era espressa già a inizio settembre (clicca qui per leggere l’articolo) quando le due società avevano trovato l’accordo tra loro dopo varie ipotesi di trasferimento (c’era anche quella dell’acquisto a titolo definitivo, nda) e soprattutto avevano trovato l’intesa con l’agente del calciatore. Poi, però, la stessa punta classe 1996 aveva chiesto tempo per valutare la destinazione e possibili alternative (clicca qui per leggere). Ecco perché Tutino non è subito arrivato. C’era soprattutto il Pescara sull’attaccante ex Cosenza ed Empoli, come ha dichiarato lo stesso presidente abruzzese, Sebastiani, che aveva direttamente confermato il più che ventilato approdo del 24enne alla Salernitana: “Lo volevamo, ma è stato promesso già alla Salernitana”.

Si è rischiato il braccio di ferro, vista la parola data da De Laurentiis a Lotito. Poi ci si è messa la positività del presidente del Napoli a rallentare tutto, tenendo conto del pacchetto di cui inizialmente si era discusso, comprendente anche calciatori del Bari. Alla fine, ecco la fumata bianca di un discorso avviato un mese fa tra Napoli e Salernitana (clicca qui per leggere l’articolo). Tutto raccontato nel tentativo di non tralasciare dettagli, passo passo. Si metterà l’animo in pace chi, nel goffo tentativo di cavalcare onde, criticare gratuitamente (e probabilmente in maniera strumentale) chi invece lavora onestamente, sostenere fantomatiche ipotesi complottistiche o semplicemente di guadagnare popolarità, ha sostenuto il contrario fino a poche ore fa. Carta, anzi… screenshot cantano.

3 Commenti

3 Commenti

  1. Michele

    16/09/2020 at 20:42

    Eugenio perdonami,ma un allenatore che dispone di Lombardi e Tutino come fa a non giocare col tridente…

  2. Mike

    16/09/2020 at 21:15

    Non ho capito le polemiche finali a chi sarebbero rivolte
    Siamo stanchi di questa proprietà a prescindere da tutto non sarà l’arrivo del brasiliano Tutigno a cambiare lo stato delle cose
    LIBERIAMO LA SALERNITANA

    • CARMINE

      16/09/2020 at 22:33

      FINITELA DI PROTESTARE CONTRO LOTITO IO AMO LOTITO GRAZIE A LUI NON ABBIAMO VISTO RETROCEDERE LA SALERNITANA DA 5 ANNI E NON CI HANNO PIU’ TOLTO PUNTI DI PENALIZZAZIONE COME PRIMA E NORMALE CHE PRIMA DI ANDARE IN SERIE A CI VOLEVANO 5 ANNI DI STABILIZZAZIONE ANCHE’ AFFINCHE’ CAMBIASSERO LE NOIF MA ORA CON CASTORI E POSSIBILE PERCHE’ RIESCE A PREMERE AL MASSIMO DEI GIOCATORI CHE HA A DISPOSIZIONE NON VOGLIO FARE LA FINE DELLA CAVESE CONUN ALTRA SOCITA’ AMO LOTITO GRAZIE LOTITO

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News