Connect with us

News

Tutino al Guerin Sportivo: “A Salerno per vincere, mio futuro è qui. Obbligherò club al riscatto”

Tre gol nelle prime sei partite di campionato, una partenza super e poi una pausa. Gennaro Tutino è a secco da un mese e Fabrizio Castori si augura di poter ritrovare la sua verve realizzativa alla ripresa del torneo, contro la Cremonese. L’attaccante granata ha mostrato sicurezza nei propri mezzi e in quelli della squadra in un’intervista al mensile Guerin Sportivo.

“Sono contento di aver scelto la Salernitana, la trattativa non è stata semplice, ci è voluto tempo. Ma sono contentissimo di aver raggiunto il mio scopo. Io volevo la Salernitana, sono venuto a Salerno per vincere; adesso devo solo pensare a lavorare sodo. Tocca a me. – un estratto delle parole dell’ex cosentino – A Salerno c’è un progetto e la società ha creduto in me. Il mio obiettivo è quello di restare qui e di obbligare il direttore al riscatto“. Che è fissato a una cifra monstre per le abitudini in entrata della Salernitana, 5 milioni, in caso di promozione in massima serie. “Sono orgoglioso di poter essere protagonista in una piazza del genere, Salerno non è una società di Serie B. – continua Tutino in risposta alle domande di Tullio Calzone – Il Napoli? Una grande squadra, ma per un giovane è difficile imporsi. Non ho rimpianti, l’obiettivo è fare bene alla Salernitana. Il mio futuro è qui. È stata fatta una buona squadra, l’approccio al campionato è stato ottimo, guardando gara per gara con l’obiettivo di vincere. Con questa mentalità possiamo giocarcela ovunque. Non colloco la Salernitana, né la quoto… solo perché è la squadra più forte, poi sarà sempre il campo a decidere. Ci sarà da combattere ovunque e fino alla fine. La Salernitana è pronta, garantisco io”.

Tutino contro la Cremonese andrà alla ricerca del gol numero 35 in carriera e soprattutto sogna di tornare in doppia cifra come nell’annata di Cosenza 2018/19 (10 reti), prima e unica volta finora. Un aiuto può arrivare da Djuric. “Con Milan mi trovo benissimo, ho capito subito che possiamo solo crescere. È un calciatore forte per questa categoria, uno grosso così ti dà sicurezza: è un bestione generosissimo e anche una bravissima persona. Ma la concorrenza è tantissima, siamo tutti desiderosi di fare qualcosa di significativo e la forza del gruppo può essere un’arma decisiva”, il commento dell’ex partenopeo sul suo partner d’attacco. Poi, gli elogi a Castori: “Mi ha colpito la sua concretezza. Si pensa poco al possesso palla e più all’efficacia di ciò che si fa. Tutto è in funzione del risultato. Il gioco si sviluppa in verticale e questo ci agevola in avanti: abbiamo a disposizione un’infinità di palloni, poca ampiezza e tanta profondità. Castori sa farti lavorare senza essere oppressivo. Crede in quello che fa e sa fartelo capire benissimo. Questo ci permette di andare in campo con delle certezze”.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News