Connect with us

News

Tifosi, la voce del silenzio: “Salernitana, ti lascio perchè ti amo troppo…”

Un led luminoso come “punto di accoglienza” all’entrata del comune marchigiano, per chi vorrà recarsi a Sarnano. Ma qui (da oggi e fino al 6 settembre) spicca il simbolo dell’ippocampo e la scritta “Benvenuti”. Un messaggio che (forse o quasi certamente) non leggerà nessuno. In altri tempi, non troppo lontani, il ritiro sarebbe stata una valida occasione per far sentire la propria voce, per conoscere, per scrutare, per passare qualche attimo di spensieratezza in attesa di un nuovo campionato, con i gradoni ad attendere, in maniera “semplice”. È successo a San Gregorio Magno non più tardi di un anno fa, quando la memoria fotografica riporta agli occhi scene in cui gruppi di tifosi cercano il confronto con il “nuovo arrivato” mister Gian Piero Ventura tra richieste di “uno scatto di orgoglio”, mentre altri (tra i più piccoli) cercano un autografo o un selfie con il calciatore del “momento”. A un anno e qualche giorno di distanza rimane il silenzio spettrale di una cittadina di montagna delle Marche. E no, il Covid è l’ultimo dei problemi. Certo, il protocollo (rigido) da seguire, probabilmente non avrebbe permesso le porte “aperte” al Mario Maurelli in questi 15 giorni di rodaggio granata agli ordini del (ritrovato) mister Castori, ma a preoccupare a questo punto è la totale indifferenza e la conseguente disaffezione.

La verità è che non fa piacere a nessuno vedere la propria squadra del cuore lasciata tra le carte del caso, tra cose taciute e altre non dette, quando neanche il “nome” di calciomercato “stuzzica la fantasia”. E il silenzio probabilmente fa ancora più male, come la mancanza di confronto che lascia l’amaro in bocca e ciò che potrebbe essere. Rabbia, delusione, amarezza: è la fotografia “social” dei tifosi dell’ippocampo che chiedono – oggi come oggi – l’allontanamento di questa società da Salerno, come troppo spesso lasciato nero su bianco tra le righe di post, commenti, dichiarazioni, pensieri. Società, che nulla ha detto o fatto fino ad ora, per riconquistare questa piazza, collezionando di tanto in tanto qualche pasticcio comunicativo e organizzativo di troppo, che non può far che male. E proprio nella piazza del Vestuti, l’ultimo confronto tra tifosi, finito poi a suon di striscioni nei giorni seguenti. Tutti uniti dal filo rosso della contestazione, che ha percorso una lunga strada, fino ad arrivare a Formello, davanti alla sede della Lazio dove il presidente Claudio Lotito avrebbe potuto recepire il messaggio. Ma ancora una volta tutti contro tutti.

Ritornando al giro di boa, dal ritiro di San Gregorio Magno al “ritiro” (in tutti i sensi) di Sarnano, per strada (nell’anno della minaccia più grande per il mondo intero) gli amanti del cavalluccio marino hanno perso la voglia di crederci ancora, spesso additando come “colpevoli” anche chi prova a lavorare dietro le quinte, per dare spazio (anche e soprattutto) ai malumori. E’ una missione, quella. Non un semplice lavoro. Ma siamo certi, che nonostante “la voce del silenzio”, questi tifosi non perderanno mai l’amore per la maglia granata, che probabilmente nulla ha a che vedere con le beghe amministrative ed economiche, con i “ponti”, con i passaggi e con i cartellini. La maglia granata è un’altra cosa. Ed è proprio per questo che decidono di allontanarsi, nello scenario di una “spettrale e orfana” Sarnano sede del ritiro pre-campionato, dove quel led luminoso diventa “grigio”, come le cose non dette, come le promesse non mantenute, ma in fondo… “Ti lascio perchè ti amo troppo”.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Jee

    25/08/2020 at 15:37

    Perdonatemi ma è una cazzata. Quando si ama non si lascia. Quando l’ho fatto dicendolo a una ragazza, questa si è sentita (giustamente) presa in giro e mi ha mandato a quel paese. Chi ama non lascia, mi dispiace cari miei… e io non lascio la salernitana.

    • jeep

      26/08/2020 at 01:03

      Io non la lascio e mai la lascero’…ma e’ la Salernitana che ha lasciato me!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News