Connect with us

News

Tifo e solidarietà, ultras granata promotori di iniziative benefiche: “L’altruismo ci rende forti”

Uniti in un momento di assoluta difficoltà. I tifosi della Salernitana continuano a promuovere iniziative di solidarietà per cercare di uscire il prima possibile dall’Emergenza Coronavirus. La donazione per l’azione ospedaliero universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona prosegue a gonfie vele: come riporta l’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, l’iniziativa promossa dagli ultras Nuova Guardia, Nucleo Storico, Frangia Kaotica, Igus e Prigionieri di una fede, ha superato i 2500 euro, primo step e ha già assicurato al Ruggi 3200 euro. Gli ultras puntano oltre: “E’ stato faticoso ma allo stesso modo emozionante. Abbiamo deciso di non fermarci, di andare oltre e di raggiungere quota 4mila euro, sempre con le stesse finalità e modalità. Anche questa volta, insieme ce la faremo. Vogliamo dare una mano ai medici, agli infermieri, agli scienziati, agli operatori sanitari che stanno svolgendo un lavoro enorme continuo ed ininterrotto, a salvaguardia della salute di tutti sacrificando la propria vita. Aiutiamoli ad aiutarci”.

Il gruppo Vietri Supporters, insieme ai Boys Vietri, hanno promosso un’altra iniziativa benefica e hanno già raccolto 600 euro attraverso Gofundme: “Momenti difficili offrono una grande opportunità, rafforzano la fratellanza. In questo momento delicato, solo l’altruismo può renderci forti, renderci umani. Riscopriamo il valore del tempo e delle relazioni, rallentiamo un attimo e tendiamoci la mano! Con questo spirito i gruppi Boys Vietri e Vietri Supporters hanno deciso di fare la loro parte organizzando una campagna di raccolta fondi da destinare alla struttura consolidata della Caritas parrocchiale di Vietri sul Mare. L’obiettivo è potenziare lo sportello al fine di garantire un sostegno maggiore ad una platea più ampia possibile”.

Continua inoltre la raccolta del Centro Storico, arrivata a 1470 euro: “La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai. Con il contributo di tutti, siamo riusciti ad aiutare in poche ore 112 famiglie, 225 adulti, 126 bambini”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News