Connect with us

News

Spadafora sulla ripresa: “Puntiamo al 3 maggio, ma sicuramente a porte chiuse”

Una corsa contro il tempo, per ritornare a giocare il prima possibile e cercare di finire entro il 30 giugno. Il calcio aspetta l’evoluzione del Covid-19 per capire come procedere, la data da cerchiare in rosso sul calendario è il 3 maggio. Sembra prematuro ritornare a giocare così presto, ma è l’obiettivo anche del ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora che a Rai 3 critica la Lega A e conferma la volontà di giocare subito a inizio maggio: “La ripresa il 3 maggio è la data che noi auspichiamo, però non diamolo per certo, perché le decisioni si assumono nei momenti di grande responsabilità. La situazione medico-sanitaria cambia e si evolve continuamente: a oggi il 3 maggio è la data possibile, ma non lo darei per certo ed è difficile pensare già per le partite a porte aperte. Lo vedremo nelle prossime settimane”.

Spadafora poi ribadisce che le porte chiuse devono essere una necessità: “Sarei molto cauto nell’affermare che il 3 maggio si partirà in maniera normale e con gli stadi completamente pieni: a un mese e mezzo di distanza credo sia ancora un auspicio, non una certezza. Del resto il mondo del calcio ha capito molto in ritardo che doveva fermarsi e abbiamo visto le conseguenze. Riprenderemo quando siamo certi che non ci saranno più pericoli negli stadi dove si incontrano decine di migliaia di persone. Eviterei di ripetere quella noncuranza che la Lega di Serie A ha già abbondantemente manifestato e dimostrato”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News