Connect with us

Giovanili

Slitta la Primavera: si riparte il 29. Procopio: “Soddisfatto degli esordi. Motoc si presentò da trequartista…”

La Lega B ha deciso di procrastinare ulteriormente la ripresa del campionato Primavera 2, alla luce del persistere di condizioni ancora difficili nell’ambito dell’emergenza sanitaria: dunque, i granatini ritorneranno in campo il 29 gennaio, piuttosto che il 22, come inizialmente comunicato. Di seguito le nuove date aggiornate:

 

Intanto, Gianluca Procopio si gode la gioia dell’esordio in massima serie di Motoc e Perrone. Nonostante la buona stagione disputata finora, era molto difficile immaginare che dei ragazzi della Primavera granata avrebbero potuto esordire in Serie A, almeno non in questo momento della stagione. Invece l’estrema emergenza in casa Salernitana ha obbligato Stefano Colantuono a pescare dal settore giovanile per affrontare la Lazio, scegliendo il moldavo classe 2002 Andrei Motoc al centro della difesa titolare e il classe 2003 Mario Perrone a gara in corso.

Sinceramente me lo auguravo, ma non me lo sarei mai aspettato – ha rivelato il tecnico Procopio ai nostri microfoni – Almeno non così, già a metà stagione e da titolare. È stato per via dell’emergenza, ma comunque esordire contro la Lazio, dal primo minuto, non è certamente facile e penso che non abbia sfigurato. Ho provato una grande gioia perché non penso ci sia soddisfazione più grande che vedere due ragazzi esordire in Serie A per un allenatore del settore giovanile”. L’inizio per il difensore ex Carpi non è stato dei migliori, ma tutto sommato ha offerto una prova discreta, soprattutto considerando la delicatezza del ruolo e la caratura dell’avversario: “Al di là dei primi minuti in cui ha subito un po’ l’emozione, ha dimostrato personalità. Poi si trovava di fronte un certo Ciro Immobile, ma dopo l’inizio l’ho visto abbastanza tranquillo e ha fatto cose buone, compresa qualche bella uscita palla al piede. Comunque ha ancora margini di miglioramento. Quando mi è stato proposto a giugno era presentato come trequartista, io l’ho messo in difesa e questo mi rende orgoglioso“.

Sul finire della gara poi è entrato in campo anche Mario Perrone, che con la Salernitana ha fatto tutta la trafila: “Mario è qui da tanti anni, ha iniziato dall’Under 15 e per lui è stata una grande emozione. Sicuramente negli ultimi anni, almeno da quando ci sono io alla guida della Primavera, ha mostrato qualità su cui lavorare. È cresciuto tanto in questi anni, lavorando molto. Insieme a Russo, che pure era sul punto di entrare prima di un imprevisto, è uno dei trascinatori del nostro gruppo. Tutto quello che ha lo mette in campo ed è encomiabile per quello che dà. Poi arricchisce tutto con delle belle giocate, perché il suo ruolo è sia di rottura che di costruzione“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili