Connect with us

News

Sette anni fa ci lasciava Pietro Mennea: fu direttore generale granata per 11 mesi

Cade oggi il settimo anniversario della scomparsa di Pietro Mennea, tra i più grandi atleti del nostro Paese che fu anche dirigente della Salernitana per un anno a cavallo tra due stagioni, dal febbraio 1998 al gennaio 1999 nella gestione Aliberti, godendosi il salto in Serie A. Se ne andò dopo una lunga lotta contro un brutto male e ancora oggi è ricordato come una figura unica nel mondo sportivo italiano.

Del cavalluccio marino fu apprezzato direttore generale. Carismatico e allo stesso tempo umile, aveva iniziato in quegli anni alla quotazione in borsa della società e alla costruzione del centro sportivo di Castelrovere, che nella mente dell’allora presidente avrebbe dovuto rappresentare la casa della società granata. Ricordato ancora oggi per il record mondiale che fece registrare sui 200 a Città del Messico del 1979 con quel famoso 19″72 rimasto in carica per i successivi ben 17 anni, Mennea si rivelò quasi idiosincratico rispetto al mondo del calcio, che lasciò il 19 gennaio 1999, qualche giorno dopo l’episodio di violenza da parte di alcuni ultras nella sala stampa dell’Arechi durante il tentativo di presentazione del nuovo allenatore Oddo a seguito dell’esonero di Delio Rossi, poi rientrato. In seguito, però, ha sempre speso parole al miele per Salerno e la sua gente.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News