Connect with us

News

Novellino crede nella Salernitana: “Può lottare per la A. Stimo Ventura, felice stia facendo bene”

Alle colonne di TuttoSport parla Walter Novellino, grande conoscitore del campionato cadetto, frequentato su panchine di club importanti. L’ex tecnico ha commentato l’andamento finora del campionato cadetto: “Il Benevento mi ha sorpreso, non mi aspettavo questa superiorità così netta. L’organico è eccezionale però la Serie B di solito è un campionato diverso, con un certo equilibrio. Secondo me Inzaghi ha molti meriti, è stato bravissimo e i giocatori gli hanno dato una mano, poi la sua squadra è stata costruita bene e ha una società solida e ambiziosa. Dietro al Benevento può succedere di tutto: il Crotone e il Frosinone dovrebbero farcela perché sulla carta sono più attrezzate e vengono da un passato recente in serie A, oltre a disporre di una struttura societaria compatta e giocatori di categoria superiore. C’è il Pordenone con Tesser che ha grande esperienza, conosce bene ambiente, con la sua umiltà e le sue conoscenze calcistiche può farcela, anche se non sarà facile. Attenzione anche allo Spezia che ha un allenatore emergente come Italiano e giocatori di qualità. Chievo ed Empoli sono squadre costruite per salire, ma che hanno avuto vicissitudini e hanno puntato su tecnici giovani all’inizio. Adesso con Aglietti e Marino hanno maggiore esperienza e in caso di playoff possono davvero fare bene. Quelle dallequali mi aspettavo di più sono Perugia e Pescara”.

La penultima esperienza di Novellino in cadetteria è stata alla guida dell’Avellino, il trainer conosce bene quindi la Salernitana, di cui apprezza tecnico e qualità: “Ci tengo a sottolinearlo, in Serie B Gian Piero rappresenta noi veterani della panchina, La Salernitana può lottare per la Serie A: non ha una rosa forte come altre squadre, ma noi della vecchia generazione di allenatori siamo bravi, andiamo ancora di moda… Lui è una persona che stimo, che ha dato tanto anche al Toro, lo hanno massacrato dopo la Nazionale, ma sono contento che ora stia facendo bene. Mi sento in dovere di difendere, tra virgolette, la categoria: noi siamo insegnanti di calcio sul campo, non chiacchieriamo, facciamo i fatti”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News