Connect with us

News

Serie A, niente contemporaneità per la 37^ giornata: ok ad anticipo di Torino-Roma

Empoli-Salernitana si giocherà regolarmente sabato alle 15: è quanto emerso dall’assemblea di Lega di Serie A tenutasi quest’oggi presso il salone d’onore del Coni di Roma ( per la Salernitana presenti patron Iervolino e l’ad Milan). La penultima giornata manterrà dunque la struttura prevista, con le 10 partite distribuite tra sabato e lunedì.

A proposito di contemporaneità: in vista dell’ultima giornata di campionato la Roma aveva inoltrato alla Lega la richiesta di anticipare a venerdì 20 maggio l’ultima partita di campionato sul campo del Torino. Una richiesta legata alla vicinanza con la finale di Conference League del prossimo 25 maggio, quando i giallorossi affronteranno il Feyenoord a Tirana e accettata dalla Lega di Serie A. Il match tra le squadre di Juric e Mourinho andrà in scena di venerdì mentre per il resto del turno sarà garantito il principio secondo cui le squadre che lottano per gli stessi obiettivi debbano giocare in contemporanea.

A margine dell’Assemblea di Lega, il Presidente Lorenzo Casini ha commentato le decisioni assunte: “La Roma giocherà di venerdì come è stato chiesto. Decisione che è stata unanime – ha spiegato Casini – siamo tutti contenti che la Roma disputerà la finale della Conference League. Le altre che giocheranno per l’Europa rispetteranno il principio di contemporaneità scendendo in campo o tutte sabato o domenica, ma si deciderà dopo la penultima giornata”.

Un passaggio anche sul Decreto Crescita e sull’impatto che avrà sulle squadre di A: “Tutti i presidenti hanno rappresentato sorpresa nel modo in cui si è arrivati ad individuare una soglia per il decreto crescita dopo che per settimane la Lega Serie A ha lavorato, ha raccolto dati e ha fornito tutti gli elementi per mostrare come il risultato della modifica non è democratico e penalizza alcune squadre rispetto ad altre – ha spiegato Casini – Ed è anche fortemente in dubbio che raggiunga il risultato che viene manifestato come un successo. Non c’è stata offerta una reale motivazione del perché i dati da noi forniti non siano stati presi in considerazione. Non siamo un attore politico: rappresenteremo sempre con i dati ciò che rischia di essere un elemento distorsivo”.

La grande novità è il professionismo del calcio femminile: “In Assemblea si è parlato del calcio femminile. La Serie A non solo è molto contenta del passaggio delle donne al professionismo, ma nelle prossime settimane, attraverso un gruppo di lavoro costituito dalle società più impegnate, presenterà un piano di sviluppo del movimento. Un piano di crescita che potrà poi portare eventualmente anche alla costituzione di una divisione femminile all’interno della Lega Serie A”.

Infine sulle licenze nazionali, Casini ha spiegato: “Sulle licenze nazionali l’Assemblea ha espresso una posizione fortemente critica e nei prossimi giorni parlerà ancora con il presidente della FIGC Gravina rappresentando questa posizione unanime della Serie A da parte di tutte le associate. Non è solo un fatto di indice di liquidità, chiederemo di prendere in considerazione ulteriori elementi che rappresenteremo alla FIGC”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News