Connect with us

News

Salernitana-Venezia e causa Lega A vs Asl Salerno: atti passano dal Tar alla Cassazione

Proseguirà con un prossimo step dinanzi alla Corte di Cassazione la battaglia legale ingaggiata dalla Lega Serie A contro l’Asl di Salerno a gennaio, quando furono inoltrati ricorsi ai Tar territoriali contro i provvedimenti delle Aziende Sanitarie Locali che avevano deciso di fermare i componenti delle squadre di calcio come contatti stretti dei loro compagni positivi al Covid (clicca qui per leggere l’articolo).

Ebbene, come si legge sull’odierna edizione del quotidiano Il Mattino, lo scorso 8 febbraio si è riunita la camera di consiglio del Tar campano – sezione distaccata di Salerno (foto in alto) presieduta dal giudice Pierluigi Russo (consigliere Paolo Severini, estensore Michele Di Martino) per discutere nel merito del ricorso che la Lega inoltrò il 7 gennaio contro il provvedimento dell’Asl che, di fatto, aveva impedito alla Salernitana di scendere in campo all’Epifania contro il Venezia: all’indomani arrivò il provvedimento di sospensiva da parte della giustizia amministrativa, comunque non retroattivo.

Tuttavia secondo l’Asl Salerno, difesa dall’avvocato Valerio Casilli, non dovrebbe essere il Tar ad esprimersi sulla vicenda come organo competente e si è rivolta alla Cassazione per definire la giurisdizione. Gli atti passano dunque Corte di Cassazione a Sezioni Unite per Regolamento Preventivo di Giurisdizione e il giudizio amministrativo è sospeso. La Lega Serie A (difesa invece dagli avvocati Alberto Caretti, Giuseppe Morbidelli e Duccio Maria Traina) non può che attendere. Alla Salernitana, parte che potrebbe essere controinteressata e alla quale sono state notificate le carte per conoscenza, la vicenda tocca poco e non intaccherà le decisioni del giudice sportivo sulla gara contro i lagunari. Per tale motivo il club granata ha deciso di non costituirsi in giudizio.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News