Connect with us

News

Salernitana, un altro ko: granata senza idee, Perugia vince con il minimo sforzo

TABELLINO PERUGIA-SALERNITANA 1-0

PERUGIA (3-5-2): Vicario; Rosi (46′ st Rajkovic), Sgarbi, Falasco; Mazzocchi, Falzerano, Greco (43’ st Carraro), Nicolussi Caviglia, Di Chiara; Falcinelli (30’ st Iemmello), Melchiorri. A disp. Fulignati, Albertoni, Nzita, Dragomir, Buonaiuto, Konate, Benzar, Kouan, Capone. All. Cosmi

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Aya, Billong, Heurtaux; Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek (11’ st Capezzi), Maistro (1’ st Jallow), Lopez; Cerci (34’st Cicerelli), Gondo. A disp. Vannucchi, Migliorini, Curcio, Karo, Iannone, Jaroszynski. All. Genovese

Arbitro: Simone Sozza di Seregno (Maccaddino/Cipressa). IV uomo: Valerio Marini di Roma 1

NOTE. Marcatore: 22’ pt Mazzocchi (P); Ammoniti: Greco, Sgarbi (P), Kiyine, Dziczek, Gondo, Jallow (S); Espulso Albertoni (P) al 40’ st dalla panchina; Angoli: 7-4; Recupero: 1’ pt – 6’ st;

Segna Mazzocchi, la Salernitana non reagisce e cade anche al Curi. I granata trovano la terza sconfitta consecutiva in trasferta e rivitalizzano il Perugia che vince con il minimo sforzo. La squadra di Ventura, senza Ventura, gioca solo nel secondo tempo quando la formazione di Cosmi ha solo il compito di difendersi con ordine per ritrovare tre punti e sorrisi. Nel silenzio del Curi la Salernitana non riesce ad alzare la voce e il cavalluccio è costretto anche a piangere sul latte versato: Jallow e Gondo si fanno ammonire e salteranno il Pisa, contro i toscani c’è il solo Cerci disponibile come attaccante.

LA CRONACA. Ventura resta in albergo, Genovese arriva in fretta e furia in Umbria e raccoglie le indicazioni a sorpresa del tecnico ligure: esordio per Heurtaux dal primo minuto, Cerci confermato al fianco di Gondo e Kiyine sulla fascia destra con Cicerelli seduto in panchina. Qualche modifica allo scacchiere per dare freschezza e vitalità alla Salernitana che però, nel primo tempo, resta negli spogliatoi. Nel silenzio del Curi si sente solo l’urlo del Perugia che ha bisogno di vincere e sin dai primissimi minuti della partita dimostra di volere i tre punti.

La squadra di Cosmi si schiera a specchio ma è molto più dinamica, anche senza Pietro Iemmello. L’uomo in più è Nicolussi Caviglia, enfant prodige della Juventus e uomo a tutto campo: la mezz’ala sinistra fa interdizione e regia, calcia in porta e serve assist. Ma soprattutto manda in confusione Dziczek e Maistro che non lo prendono mai. Il centrocampo granata soffre, si abbassa e lascia il possesso al Perugia che prima ci prova con Nicolussi su punizione e Mazzocchi dal limite, poi colpisce sempre con Mazzocchi: al 22’ l’assedio del Perugia sortisce gli effetti desiderati da Cosmi, la palla si muove da quinto a quinto (proprio come piace a Ventura) e l’esterno destro del grifo può fare 1-0. La Salernitana accusa il colpo, prova a scuotersi con Cerci (tiro dalla distanza, unico lampo di una partita spenta per l’ex Milan) ma poi continua a rinculare rischiando anche il colpo del ko già nel primo tempo.

Dopo l’intervallo il cavalluccio si presenta con il 3-4-3 e tante buone intenzioni, non concretizzate. Jallow prende il posto di Maistro e si piazza largo a sinistra, poi entra anche Capezzi dopo che Dziczek sporca i guantoni a Vicario su punizione (9’). I granata alzano il baricentro e provano a fare possesso nella metà campo del grifo, ma alla Salernitana mancano brillantezza e idee. La spinta del cavalluccio è timida e non fa paura al Perugia, l’ingresso di Cicerelli serve solo a regalare l’ultimo brivido della partita: punizione dal limite, fuori di poco. Il Perugia resiste e si porta a casa i tre punti, Ventura continua a perdere lontano dall’Arechi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News