Connect with us

News

Salernitana-Palermo, sfida numero 23: precedenti ok per i granata, nel 2003 una bufera estiva…

Sabato si giocherà la sfida numero 23 tra Salernitana e Palermo coi granata padroni di casa. Per l’esordio in campionato all’Arechi arriverà la blasonata compagine siciliana che nella sua storia a Salerno ha raccolto solo tre vittorie, a fronte dei 9 pareggi e delle dieci vittorie del cavalluccio marino.

Il primissimo incrocio 89 anni fa in Piazza d’Armi. Non memorabile, la gara – valevole per il girone semifinale del campionato di Prima Divisione – fu sospesa per incidenti nel corso della ripresa per incidenti, con vittoria a tavolino assegnata agli ospiti. Era il 9 maggio del 1929 e il Palermo si ripresentò a Salerno nella regular season del campionato successivo, pochi mesi dopo, l’8 dicembre. La Salernitana ebbe la meglio col punteggio di 2-1 (gol di Alfredo Terno e Mario Adinolfi, in mezzo la rete siciliana di Masi). Nel torneo 1933/34 una nuova sfida interna ma… al Palermo B: le seconde squadre, al di là dei recenti dibattiti, erano già realtà. La Salernitana vinse 1-0 con la marcatura di Antonio Valese e ritrovò la prima squadra dei rosanero nel campionato di Serie B 1938/39: era l’8 gennaio, i siciliani espugnarono l’allora campo Littorio (oggi Vestuti) con la doppietta di Rier e il gol della bandiera granata di Eugenio Tabacchi (1-2).

Zero a zero nel campionato misto Serie A-B 1945/46, vittoria storica nel torneo cadetto successivo per 2-0 con doppietta di Vincenzo Margiotta all’ultima giornata contro i siciliani: al termine del match arrivò infatti la promozione in massima serie. Le due squadre tornarono a confrontarsi il 30 gennaio del ’55 al Vestuti in Serie B, finì 2-2: Renato Fioravanti e Giovanni Lavarino in rete per la Salernitana, Vizia e Maselli per gli ospiti. Successo effimero nel campionato seguente, 1955/56: all’ultima di campionato il cavalluccio marino rifilò un perentorio 5-0 ai palermitani (marcatori Luigi Amicarelli, Franco Baucè, Antonio Foglia, ancora Amicarelli e Lidio Massagrande). Peccato che la Salernitana fosse già retrocessa in terza serie e il Palermo già in A. Nel 1966/67 nuovo incontro in B con la vittoria campana (1-0, Giampaolo Cominato il marcatore), poi diciannove anni di assenza del Palermo da Salerno. Il 24 febbraio 1985 i rosanero, che avrebbero poi terminato il campionato da vincitori, tornarono al Vestuti nel campionato di Serie C: finì 1-1, vantaggio ospite con l’ex granata Messina, pareggio locale firmato Giuliano Belluzzi. Nella stagione 88/89 Palermo di nuovo in terza serie, in casa della Salernitana fu segno X: l’attuale allenatore del Catanzaro, Auteri, portò avanti i siciliani e Bruno Incarbona pareggiò i conti; De Sensi ancora in gol per il Palermo e poi gol a tempo scaduto del granata Marco Romiti per il 2-2 finale. Nella stagione seguente due sfide, una in campionato e l’altra in Coppa Italia. Doppio dispiacere: il 25 aprile nella manifestazione tricolore di Serie C la rete del palermitano Bresciani gelò la Salernitana ai supplementari, fissando il punteggio sul 2-2 che qualificò alla finale gli avversari (vittoriosi 1-0 all’andata). I granata di Ansaloni erano andati sul doppio vantaggio con Carmine Della Pietra e Maurizio Lucchetti, Cangini aveva accorciato le distanze. Lo stesso attaccante poi, in campionato, aveva rischiato di fare un pesante sgambetto alla Salernitana, firmando la doppietta con cui il Palermo espugnò il Vestuti alla terzultima di campionato, costringendo Di Bartolomei e soci ad andare a vincere a Brindisi la settimana seguente per poter contare sul pareggio col Taranto all’ultima e riconquistare la B. Così fu.

Nel torneo di C1 1992/93, l’8 novembre, la prima volta del Palermo all’Arechi. Vinse la Salernitana 3-1 (doppietta di Giovanni Pisano e gol di Vladimiro Caramel, rete della bandiera ospite di Battaglia nel finale) ma il campionato fu appannaggio dei rosanero che volarono in B, raggiunti un anno dopo dalla Salernitana: 0-0 in cadetteria nel 94/95, 2-1 l’anno seguente (ancora doppietta di Pisano, uno su rigore, poi penalty anche per il Palermo trasformato da Scarafoni), di nuovo 0-0 nel 96/97, annata che vide il Palermo tornare mestamente in terza serie.

Nel 2001/02 la prima sfida degli anni Duemila. All’Arechi il futuro granata Davide Bombardini portò in vantaggio il Palermo ma Leandro Lazzaro e Fabio Vignaroli ribaltarono il punteggio su un prato reso pesante dalla pioggia del 16 dicembre. Anche nel torneo seguente aprì le marcature un futuro granata, Arturo Di Napoli, pure in quel caso il cavalluccio ribaltò tutto con Babù e la doppietta di Vignaroli. Nel 2003/04 fu 1-1 (vantaggio di casa con Alessandro Tulli, parità Palermo al quarto minuto di recupero con Gasbarroni) il 23 settembre nella gara che avrebbe dovuto aprire il campionato il 30 agosto, poi rinviata per una bufera simile a quella attuale: i calendari furono redatti e poi mandati all’aria, slittarono i tornei di B e C1 con la Salernitana parte in causa nell’usufruire del ripescaggio in una Serie B a 24 squadre che scatenò proteste e veleni.

Il Palermo andò in A e fece comunque visita alla Salernitana nel 2004/05 in Coppa Italia, perdendo all’Arechi 2-1 grazie a un superlativo Nassim Mendil (doppietta) per il 2-1 sui siciliani all’andata dei sedicesimi (gol ospite di Brienza su rigore). Al ritorno, 2-0 Palermo e granata eliminati. E poi, il match dello scorso campionato: già in vacanza la squadra di Colantuono all’ultima di campionato contro avversari ben più motivati, alla ricerca del miglior piazzamento playoff. Chochev e La Gumina firmarono a maggio il successo palermitano. Di seguito il tabellino del match:

 

TABELLINO  –  SALERNITANA-PALERMO 0-2 (2017/18)

SALERNITANA (4-3-1-2): Radunovic; Casasola, Mantovani, Schiavi, Popescu (1’ st Vitale); Akpa Akpro, Ricci (37’ st Orlando), Gaeta (8’ st Novella); Rosina; Rossi, Palombi. A disp. Iliadis, Signorelli, Tuia, Minala, Bocalon, Di Roberto, Sprocati, Monaco, Novella, De Sarlo. All: Colantuono.

PALERMO (4-3-1-2): Pomini; Rispoli, Dawidowicz, Rajkovic, Aleesami; Murawski, Jajalo, Chochev (29’ st Gnahorè); Trajkovski, La Gumina (43’ st Balogh), Moreo (30’ st Szyminski). A disp: Maniero, Guddo, Accardi, Coronado, Fiordilino, Fiore, Ingegneri. All: Stellone.

ARBITRO Baroni di Firenze

MARCATORI: 46’ pt Chochev, 41’ st La Gumina

NOTE: serata calda, campo in buone condizioni. Spettatori 7654 (di cui circa 70 da Palermo). Incasso: non riportato. Ammoniti: Rossi, Vitale e Mantovani (S); Rajkovic (P).  Espulsi: nessuno. Angoli: 3-5. Recupero: 1’ pt; 4’ st.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News