Connect with us

News

Salernitana domina quando la palla ce l’hanno gli altri: poco possesso, tante azioni offensive

La vittoria è stata netta e non lascia spazio per equivoci e commenti. La Salernitana ha meritato i tre punti, il risultato è rotondo ma è il giusto premio a una squadra che ha affrontato la partita con la giusta mentalità, non lasciando spazio al Padova e colpendo ogni volta che se ne presentava l’occasione. Cinica e compatta, le due parole chiave che fanno contento un Colantuono finalmente sorridente per i primi tre punti stagionali.

Ieri la Salernitana ha dato l’ennesima dimostrazione che sul piano atletico poche formazioni di B possono tenere testa. Per la terza volta in campionato i granata si sono dimostrati più brillanti degli avversari: se contro Palermo e Lecce soprattutto nella seconda metà di gara la Salernitana è uscita alla distanza, contro il Padova sotto un sole cocente fin dai primi minuti Schiavi e compagni hanno dato dimostrazione di essere più in palla dei ragazzi di Bisoli. Un predominio fisico giustificato dai muscoli e dai centimetri degli undici scelti da Colantuono, una squadra creata proprio per soddisfare questo requisito. Nel calcio a volte vince l’atletismo e il tecnico di Anzio ha la carta vincente. Al termine della partita Colantuono, in sala stampa, ha comunque giustamente analizzato i piccoli difetti della partita di ieri. “Dobbiamo essere più puliti nel palleggio”, la richiesta dell’allenatore granata. All’Arechi la Salernitana ha infatti faticato nel giro palla, non è un caso che i granata si esprimono meglio quando il pallone ce l’hanno gli avversari. I numeri dicono che la Salernitana ha chiuso con il 38 percento di possesso palla: una statistica ininfluente ai fini del risultato, ma che comunque serve a indicare che tipo di squadra sta nascendo. Il dato dei tiri non lascia scampo a equivoci: 16 per i granata (5 di Di Tacchio), 7 per il Padova (2 per Clemenza). Anche contro Palermo e Lecce il possesso palla era stato a favore degli avversari. Contro i salentini c’era stato equilibrio (52 a 48 per la squadra di Liverani), contro il Palermo invece grande disparità: solo per il 30percento della gara il pallone è stato in possesso dei granata.

Analizzando le statistiche relative alla gara di domenica pomeriggio, sembrerebbe che la partita l’ha fatta il Padova. 140 passaggi in più dei granata (419 a 280) con Capelli protagonista nei tocchi: ben 58. La Salernitana ha atteso, ha saputo far sfogare lo sterile Padova e poi ha colpito con enorme efficacia. Il calciatore granata più coinvolto è stato Casasola con 35 passaggi, nella speciale classifica generale è addirituttura il settimo uomo con più tocchi di tutto il match dopo sei patavini. La squadra messa in campo da Colantuono, soprattutto leggendo i nomi a centrocampo, non lascia molto spazio a fantasia e fraseggio: i mediani granata hanno toccato il pallone tra le 26 (Castiglia e Di Tacchio) e le 28 volte (Akpa Akpro). Nessuno di loro è un regista puro, l’unico capace di dare regolarità al gioco granata è Di Gennaro che ieri ha giocato solo gli ultimi scampoli di partita.

E’ questa la forma che sta assumendo la Salernitana. I granata ieri si sono chiusi bene e il Padova non è mai stato realmente pericoloso (la squadra di Bisoli ha colpito una traversa, ma pur sempre su punizione e quando ormai il risultato era già fissato sul 3-0). Contro il Benevento venerdì sarà sfida totale. Alla fantasia delle streghe Colantuono opporrà la praticità del cavalluccio. A volte, in Serie B, si vince anche essendo più pragmatici degli altri.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News