Connect with us

News

Ruggeri, recupero importante. Era raccattapalle dell’Atalanta di Colantuono…

C’è un recupero importante che in questa settimana potrebbe concretizzarsi. Matteo Ruggeri ha ormai messo alle spalle la lesione al muscolo semitendinoso sinistro rimediata il 12 settembre scorso a Torino ed è pronto a tornare in campo.

I ricordi da baby nerazzurro

Un baby Ruggeri in azione con la maglia dell’Atalanta nel periodo in cui Colantuono allenava la prima squadra (foto Instagram Matteo Ruggeri)

Nella giornata di domani l’esterno mancino potrebbe riaggregarsi al gruppo. Ritrova l’allenatore che, da bambino, osservava guidare i grandi quand’era nel settore giovanile dell’Atalanta, che ha sposato a 9 anni, nel 2011. I ricordi sbiaditi di quando faceva il raccattapalle della Dea di Stefano Colantuono nel vecchio Atleti Azzurri d’Italia, attualmente ribattezzato (e rimodernato) Gewiss Stadium, potrebbero riaffiorare ora che il tecnico di Anzio è decisamente a lui più vicino, in ben altra veste. Ruggeri non ha mai nascosto la fede atalantina e per lo stesso neo mister granata la tappa orobica è stata importante nella sua carriera (quasi sette anni, in due tranche, tra il 2005 e il 2015). Un filo conduttore che potrebbe tornare utile nello stabilire un feeling con colori diversi, a latitudini diverse. Della freschezza e della carica agonistica del giovane esterno, la Salernitana e il nuovo allenatore hanno bisogno.

Duttilità mancina

Da quel “torno presto” scritto su Instagram, i post di Ruggeri sono stati tanti e tutti mirati ad un auspicato pronto recupero. Ora il diciannovenne della Val Brembana c’è. Con l’Empoli è molto probabile una convocazione. Se non sarà con gli azzurri, il ritorno effettivo in campo contro il Venezia è molto probabile per il ragazzo, che ha saltato le ultime cinque partite: nelle prime tre di campionato era stato tra i più positivi, nonostante le sconfitte. Può fare ampiamente il quinto in un 3-5-2, ma anche l’ala in un centrocampo a quattro o il terzino sinistro (con buone doti di spinta) nella difesa a quattro, oppure il braccetto mancino arretrato. Sempre con grande gamba, personalità, a dispetto della giovane età, e piede molto interessante. Insomma, la duttilità di Ruggeri tornerà utile, sebbene Ranieri non abbia affatto demeritato, complessivamente, nelle partite in cui è stato chiamato in causa.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News