Connect with us

News

Rosina fuori rosa, il fratello-agente: “Rispettiamo la decisione della società, ma Alessandro non ha mai mancato di rispetto. Con Fabiani…”

Mai come negli scorsi anni Alessandro Rosina è stato vicino a lasciare il granata. Lunedì, il fratello-agente, Fabrizio, era presente all’Hotel Sheraton San Siro di Milano dove c’è stato il corteggiamento effimero del Cittadella (leggi qui), ma la situazione non si è sbloccata. Il trequartista di Belvedere Marittimo rimane al Cavalluccio, ma da fuori rosa.

“La situazione è sicuramente particolare – ha sottolineato l’agente ai nostri microfoni-. Alessandro è attualmente fuori rosa, una soluzione, a dire il vero, comunicata con grande anticipo dalla società e rispettata con professionalità dal calciatore senza alcuna animosità e polemica. L’atteggiamento di mio fratello da quando è alla Salernitana è stato encomiabile. Mai una parola fuori posto, ha avuto sempre pieno rispetto nei confronti di società, tifosi, staff tecnico e tifosi di questa splendida maglia“.

Rispetto che spesso sembra non essere stato corrisposto: “Il sottoscritto pretende che si debba dare massimo rispetto all’uomo Alessandro. Come calciatore è assolutamente giudicabile, l’importante è che non si tocchi la sfera privata della persona. Spesso sono state dette cose non corrispondenti al vero su di lui”.

Alessandro Rosina, dunque, entra nell’ultimo anno di contratto in maglia granata senza possibilità di far parte del (nuovo) gruppo allenato da Gian Piero Ventura: “Ribadisco che non ha mai avuto un atteggiamento ostile all’interno del gruppo. Anzi, posso dire che il rapporto con Fabiani è sempre stato corretto, trasparente: non abbiamo mai assunto atteggiamenti furbeschi né verso la società, né verso il direttore con il quale i dialoghi sono stati fitti nelle ultime ore in cui ogni parte, giustamente, ha dovuto tutelare le proprie ragioni. Così come è giusto che Fabiani tuteli la Salernitana, è altrettanto giusto che io tuteli mio fratello. Si possono avere prospettive diverse e si può guardare in direzioni opposte – conclude Rosina senior – l’importante è che i toni rimangano educati, civili. Ognuno si assumerà le proprie responsabilità e le conseguenze del caso ma il nostro atteggiamento è sempre stato coerente”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News