Connect with us

News

Ripresa allenamenti, Lotito battaglia: alla Lazio tamponi e termo scanner. A Salerno stesse proposte?

Mentre i medici della Lega Serie A hanno individuato in maggioranza il 4 aprile come data fino alla quale deve vigere lo stop agli allenamenti per tutti (e presto potrebbero seguirli quelli della Lega B, clicca qui per leggere), Claudio Lotito prova a forzare ed affrettare i tempi su sponda Lazio. Il vulcanico imprenditore capitolino, infatti, non vuole che la sua squadra – in campo l’ultima volta il 29 febbraio – possa andare oltre con lo stop, perdendo così la propria forma fisica. Ne è nata una querelle a distanza con la Juventus, in ballo c’è sempre il primato. Il presidente laziale e co-patron della Salernitana non ci sta e ha intenzione di battagliare per la compagine romana. Potrebbe farlo anche in chiave granata, con l’ottica lì di doversi giocare – al rientro in campo – un posto nella griglia playoff.

La questione. Lotito vorrebbe mandare in campo i biancocelesti già lunedì, ma in una modalità già “sperimentata” dieci giorni fa con la Salernitana: sgambature con l’organico diviso in gruppi da sei-sette calciatori, distanza di sicurezza minima di un metro garantita, niente partite o contatti, lavoro col pallone solo individuale, lettini monouso per massaggi e nessun affollamento negli spogliatoi. Più o meno così si regolò la compagine di Ventura sabato, prima dello stop (di buon senso) venuto anche dopo le lamentele dell’Assocalciatori. Queste le misure pensate dalla Lazio e illustrate dall’odierna edizione del Corriere dello Sport, secondo cui Lotito sarebbe intenzionato a sfruttare l’ampiezza del centro sportivo di Formello per consentire gli allenamenti e attenersi contestualmente al decreto Conte che, se non ci saranno novità nelle prossime ore, fino a questo momento consente a sportivi di interesse nazionale e internazionale di svolgere le sedute di lavoro pur nel rispetto di determinate precauzioni. Secondo il quotidiano, peraltro, Lotito sarebbe intenzionato ad utilizzare termo scanner per il controllo della temperatura corporea all’ingresso di Formello e a sottoporre ogni singolo calciatore e componente dello staff a tampone sul Covid 19 per accertarsi della non contrazione del virus. Ciò sarebbe fatto a spese della sua società, con l’ausilio di strutture mediche private. Non è detto che Lotito non possa decidere di estendere queste misure anche alla Salernitana, sottoponendo i calciatori a questo tipo di controlli per provare già la prossima settimana a dar loro la possibilità di effettuare mini sgambature in gruppi, evitando così di dover tamponare nelle loro case la gestione del momento, cosa che potrebbe poi portare a infortuni alla ripresa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News