Connect with us

News

Report Padova, la penna avversaria: Stefano Viafora di PadovaSport.tv

Si torna in campo dopo la pausa e all’Arechi arriva il neo promosso Padova che nelle prime due uscite stagionali ha ben figurato contro Verona e Venezia. I granata sono invece alla ricerca della prima vittoria stagionale dopo due buoni pareggi. Oggi il ‘Report’ dal capoluogo veneto è con il collega Stefano Viafora, direttore di PadovaSport.tv.
Quattro punti nei due derby veneti per il Padova, due pareggi invece per la Salernitana: domenica all’Arechi che gara dobbiamo aspettarci?
E’ una partita che la Salernitana, davanti ai propri tifosi e dopo due prestazioni così e così, non può sbagliare. Il Padova però ha già dimostrato di saper essere sfrontato in trasferta (vedi Verona), nonostante il suo status di matricola.
Nonostante sia una neo promossa, il Padova ha dimostrato nelle prime due uscite stagionali di potersela giocare e dire la sua. Potrebbe essere la squadra di Bisoli una delle sorprese del campionato?
La serie B sa essere imprevedibile: spesso chi parte senza il favore dei pronostici stupisce a fine campionato. Il Padova non è stato costruito per le parti alte della classifica, ma dalla sua ha entusiasmo e grinta.
Cambio modulo per mister Colantuono che molto probabilmente passerà alla difesa a tre. Cambi in vista anche per Bisoli oppure modulo e uomini sono confermati dopo la vittoria col Venezia?
Bisoli in conferenza stampa ha fatto intuire cambiamenti, specie a centrocampo. C’è da aspettarsi qualche cambio rispetto al match con il Venezia. La difesa invece rimarrà a tre.
Sponda biancorossa due ex granata, Della Rocca e Trevisan: il primo molto probabilmente non sarà della sfida, il secondo invece si. Quali emozioni per i due ex di turno?
Della Rocca difficilmente lo vedremo in campo, Trevisan invece ha saputo farsi benvolere in questa seconda esperienza a Padova. Ha fatto cambiare idea a chi aveva storto un po’ il naso al suo arrivo. Dice che tornerà volentieri a Salerno.
Colantuono teme soprattutto Clemenza e Ravanelli, sono loro le armi in più del Padova?
Stando a questo primo scorcio di campionato ha ragione Colantuono. Clemenza è molto preciso sui piazzati e ha lampi che possono rompere una partita. Ravanelli, oltre che essere puntuale e concentrato in difesa, ha i tempi giusti negli inserimenti in area quando c’è da avanzare. E fino adesso ha gonfiato la rete due volte.
Che clima si respira a Padova dopo le prime due giornate e che aspettative hanno i tifosi per la trasferta di Salerno?
Da oltre vent’anni non si vedevano tanti abbonati. Dopo la pausa c’è grande attenzione per questa partita, mi aspetto una nutrita presenza di tifosi biancoscudati all’Arechi.
Momento Amarcord: la prima gara ufficiale per inaugurare lo stadio Arechi fu proprio un Salernitana-Padova esattamente 28 anni fa. Che ricordi hai di quel match?
Pochi ricordi visto che correva l’anno 1990: in campo però c’era un giocatore molto importante nella storia del Padova, Nanu Galderisi!

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News