Connect with us

News

Report Chievo, la penna avversaria: Matteo Sorio del Corriere del Veneto

Primo turno infrasettimanale di serie B e allo stadio Arechi è di scena una delle retrocessa di lusso dalla massima serie. Il Chievo Verona non ha entusiasmato in queste prime quattro giornata, racimolando solamente 5 punti; dall’altra parte una Salernitana che nonostante le difficoltà ha fatto quasi en plein di vittorie se non per la sconfitta nel derby. Punti pesanti quindi, in palio questa sera. Per l’occasione il collega Matteo Sorio del Corriere del Veneto ci ha presentato il match.

 

Nonostante il turno infrasettimanale i tecnici non scelgono il turnover. Sarà la scelta giusta per il Chievo?

Il Chievo fino ad ora è sempre stato molto bene in campo e si vede la mano di Marcolini perché sta trasmettendo i suoi concetti in maniera chiara. Gioca con il 4-3-1-2 che è debitore del modulo con cui giocava da calciatore al Chievo. Dovendo inquadrare un difetto che ha la sua squadra, sta pagando ingenuità individuali in fase difensiva che sono costate un po’ di punti. L’altra nota dolente è la fatica in fase offensiva, conclude poco in porta. Proprio i giocatori che si inseriscono saranno molto importanti per aumentare l’incisività in area di rigore. Stasera mi aspetto una partita dove il Chievo cercherà di aggredire alto perché è stata la fase di gioco dove la squadra si è espressa meglio“.

 

Fin qui ci si aspettava una posizione di classifica diversa per il Chievo considerate le ambizioni promozione.

Fin qui non lo considero un cammino deludente perché è una squadra che è reduce da un anno sciagurato, forse l’anno più complicato degli ultimi venti. La squadra non è cambiata interamente, quindi qualche tossina della retrocessione c’è in qualche giocatore. Poi è una squadra molto giovane, il regista titolare Esposito ha 18 anni, Segre ne ha 22, il portiere Semper 21. Si è ringiovanita in ruoli importanti, quindi gli errori e le ingenuità sono imputabili anche a questo fattore. Non credo che si possa parlare di un Chievo deludente, si tratta di errori che sono fisiologici. Inoltre la difesa è cambiata molte volte in queste prime giornate. Vedo gli inciampi come fisiologici“.

 

Qual è invece la ricetta vincente di questa Salernitana che ha avuto un inizio di campionato positivo?

Ci sono diversi fattori: un allenatore di esperienza, le qualità tecniche e l’entusiasmo, un po’ tutte queste cose. Anche il fattore campo dell’Arechi, ci sono stati risutlati che hanno dato antusiasmo anche al pubblico. Ventura poi è un allenatore che può passare i suoi concetti se lavora dall’inizio. E’ una Salernitana abbastanza compatta e l’entusiasmo dei giovani può essere determinante“.

 

C’è ancora qualche dubbio di formazione per Marcolini?

L’unico ballotaggio potrebbe essere quello tra Brivio e Frey a sinistra perché bisogna capire se Brivio è in grado di fare tre partite in sette giorni. La mediana non dovrebbe cambiare perché ha dato buoni segnali, mentre davanti credo che Djordjevic abbia il posto sicuro“.

 

Tra le fila granata invece ci saranno due nomi dal recente passato scaligero: Kiyine e Ventura.

Di Kiyine abbiamo un bel ricordo, è un giocatore che ha molti margini. Per la qualità dei piedi non si discute, l’anno scorso ha giocato molto e in serie A. E’ migliorabile nelle scelte che fa negli ultimi quindici metri e per la mentalità. Quello invece tra Ventura e il Chievo è stato un matromonio sbaglito, lui non ha capito il Chievo. La situazione era già compromessa e aveva provato a portare un’idea di gioco, ma forse la squadra aveva più bisogno di una scossa mentale. Infatti Di Carlo che è venuto dopo aveva dato pochi concetti chiave. Non era l’allenatore giusto in quel momento, mentre alla Salernitana cominciando dall’inizio ha avuto modo trasmettere i suoi concetti di gioco“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News