Connect with us

News

Poker al Cittadella, la Salernitana riparte con Gondo, doppio Lombardi e Kiyine

TABELLINO SALERNITANA-CITTADELLA 4-1

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Heurtaux; Cicerelli (42′ st Galeotafiore); Akpa Akpro (42′ st Capezzi), Di Tacchio, Curcio; Maistro (22′ st Kiyine); Lombardi (37′ st Djuric), Gondo. A disp: Vannucchi, Lazzari, Billong, Lopez, Iannone, Giannetti. All. Ventura.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Mora (12′ st Proia), Frare, Camigliano, Rizzo; Vita (37′ st Stanco), Pavan, Gargiulo (19′ st Branca); Panico (19′ st Rosafio); De Marchi, Diaw. A disp. Maniero, Benedetti, Iori, Adorni, D’Urso, Luppi, Ventola. All. Venturato.

ARBITRO. Volpi di Arezzo.

NOTE. Marcatori: Gondo al 14′ pt, Lombardi al 32′ pt, 17′ st, Kiyine al 39′ st (S), Gargiulo al 37′ pt (C). Ammoniti: Rizzo (C), Heurtaux (S). Espulsi: nessuno. Angoli: 3-4. Recupero: 4’ pt; 6’ st.

Granata del sud vs granata del nord, Ventura contro Venturato. Tra Salernitana e Cittadella le affinità si fermano qui. Due squadre agli antipodi per visione e risultati raggiunti negli ultimi anni. Veneti stabilmente nelle zone nobili, campani per la prima volta seriamente in lotta per i playoff. L’attualità parla però di due squadre in difficoltà post lockdown ed assetate di punti.

Ventura cambia ancora, scelte forzate per le tante assenze tra squalifiche ed infortuni. Avanti c’è il solo Gondo con Lombardi e Maistro a supporto. Dietro si rivede Aya, Cicerelli e Curcio presidiano gli esterni. Massiccio turnover anche per il tecnico veneto: riposano tra gli altri capitan Iori e Proia, Panico agisce trequartista dietro De Marchi e Diaw.

Dopo una noiosa fase di studio, la Salernitana passa alla prima occasione. Minuto 14, Curcio pennella una bella traiettoria su calcio d’angolo su cui svetta Di Tacchio indisturbato. La palla sbatte sul palo, sulla ribattuta Gondo è lesto a ribadire in rete anticipando De Marchi. Si va al cooling break senza ulteriori sussulti. Al 30′ la Salernitana si affaccia nuovamente dalle parti di Paleari. Egoista nel frangente Maistro nel tentare la battuta da posizione defilata anziché appoggiare su Lombardi. L’esterno viterbese avrà modo di rifarsi due giri di lancette dopo. Spiovente dalle retrovie di Migliorini, Frare e Paleari non s’intendono e pasticciano. Il numero venticinque granata non ci pensa su due volte e con una rovesciata di puro istinto e grande precisione supera il disperato tentativo di recupero di Camigliano. La Salernitana si rilassa e il Cittadella torna in partita. Heurtaux si distrae su un fallo laterale e chiude in corner su Diaw. Batte Vita, stacca Gargiulo indisturbato ed accorcia le distanze. La gara s’accende ed al 39′ la Salernitana sfiora il tris ma il palo nega la gioia del gol ad Heurtaux. Al 44′ occasionassima per Maistro lanciato in porta da un rimpallo favorevole. Con la porta quasi spalancata, l’ex Rieti tenta un inspiegabile lob che si spegne alto. E’ l’ultima emozione prima dell’intervallo, dagli spogliatoi tornano gli stessi ventidue. Salernitana subito vicina al gol. Lancio di Migliorini, Lombardi sfila via a Rizzo ma il rimbalzo lo tradisce e la conclusione s’impenna. Al 15′ sgasata di Cicerelli. L’ex Foggia parte dalla metà campo palla al piede, arriva in area e cerca e trova il contatto con l’ingenuo Camigliano. Dal dischetto va lo stesso Cicerelli che si fa ipnotizzare da Paleari, ma sulla respinta Lombardi si fa trovare pronto ed insacca. La rete ha effetto anestetizzante sul match, il Cittadella non ha la forza di reagire. Entrano Kiyine e Djuric e la Salernitana serve anche il poker con il marocchino. Prima tira rimpallato da Frare, poi lo supera ed insacca di giustezza. Scampoli di gara anche per Capezzi e Galeotafiore, all’esordio assoluto in B. C’è gloria anche per Micai, completamente inoperoso fino al 43′ della ripresa. Di Tacchio falcia Pavan, per Volpi è penalty. Dal dischetto Diaw si fa ipnotizzare dal numero dodici granata. Chance anche per Djuric in pieno recupero, Paleari s’allunga e sventa il pericolo. Finisce 4-1 per la Salernitana che ritrova in un sol colpo vittoria e piazzamento playoff a quattro giornate dal termine. Buon viatico in vista dello sprint finale a patto di evitare nuovi capitomboli come quello di Ascoli. La trasferta dello Scida contro il lanciatissimo Crotone dirà molto sulle ambizioni granata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News