Connect with us

News

Pericolo giallo: quattro diffidati in casa granata, occhio a non finire anzitempo il 2018

Jean Daniel Akpa Akpro, Luca Castiglia, Francesco Di Tacchio e Marco Migliorini. Sono i calciatori che questa sera al San Vito Marulla devono prestare maggiore attenzione per evitare di terminare con un turno di anticipo il loro personale 2018: tutti e quattro, infatti, hanno collezionato fino ad oggi i canonici quattro cartellini gialli del primo ingresso in diffida e alla prossima ammonizione scatterà per loro il turno di squalifica. Mentre il centrale difensivo ex Avellino e l’ex mezzala della Pro Vercelli hanno beccato il quarto giallo proprio sul finire del match col Foggia, Akpa era già in diffida dopo l’ammonizione di Carpi. Sicuramente Di Tacchio si sta rivelando il più prudente fino a questo momento: finito in diffida dopo l’ammonizione rimediata a Cremona il 6 ottobre, da allora ha giocato tutte le partite dal primo all’ultimo minuto, senza mai incorrere in sanzioni disciplinari.

Gregucci ha certamente a disposizione numerosi validi elementi per tamponare eventuali squalifiche, soprattutto in difesa. Potrebbe tuttavia andare in difficoltà a centrocampo in caso di contemporanei stop per Akpa, Di Tacchio e Castiglia, avendo poi a disposizione solo Palumbo e Mazzarani nel ruolo (Odjer e Di Gennaro sono infortunati), oltre agli eventualmente adattabili Andrè Anderson e Bellomo. Ma il primo è più un trequartista, l’ex barese invece ha ormai già la valigia pronta e a gennaio sarà ceduto. Occhio, dunque, alla disciplina in mediana.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News