Connect with us

News

Parla Ciro De Cesare: “Non si possono improvvisare obiettivi, a Salerno il problema c’è”

Non tarda ad arrivare il commento di Ciro De Cesare sull’attuale momento di stasi in casa Salernitana e di rabbia da parte della tifoseria. L’ex attaccante e capitano della squadra granata, attualmente tecnico del Castel San Giorgio in Eccellenza, è intervenuto stasera nel quotidiano Speciale Ritiro curato dalla nostra redazione su Radio Alfa Lab.

“La gente in questo momento ha ragione, dopo un’annata fallimentare ci si aspetta giocatori forti, attaccanti da doppia cifra, da 15 gol. Insomma, qualcosa di importante. Lotito è abituato a fare sempre le squadre dopo, ma credo che ne allestirà sempre una competitiva. Tuttavia, partire per il ritiro senza completare la squadre deve essere anche l’allenatore ad avere più polso. – le affermazioni del ‘Toro di Mariconda’ – Castori sarà sicuramente un professionista serio ma non lo conosco direttamente. Deve dettare gli uomini da prendere per questa squadra. Fare la squadra in corso non porta da nessuna parte: per questo ci sono i ritiri, per amalgamare il gruppo. Sono strategie che la proprietà fa e purtroppo non si può dire niente. Tutte le squadre sono complete in ritiro, solo la Salernitana non lo è. Castori pensa solo a lavorare, gli hanno dato questi elementi e lui vuole valutare tante cose: a sensazione; sta aspettando e poi penso che si farà rispettare, altrimenti si finirà col fare le ‘barzellette‘ come l’anno scorso sul finire del campionato”.

Per De Cesare, che in carriera ha indossato le maglie anche di ChievoVerona, Frosinone, Piacenza, Spezia, Como e Siena tra le altre, la cosa più grave è l’indifferenza della gente che è ‘incavolata’ con la proprietà. Di Salernitana a Salerno non se ne parla da un po’. Se la gente perde l’entusiasmo, diventa brutto. Il silenzio della proprietà non è una cosa bella. Sono strategie, starà lavorando e bisogna aspettare per capire se possono arrivare giocatori importanti”. Poi, la stoccata a Lotito e Mezzaroma: “Bisogna capire che intenzione ha la proprietà, perché non si possono avere obiettivi improvvisati, bisogna programmare e sedersi a tavolino con l’allenatore. Tutto questo penso che in questo momento non sia stato fatto. Sicuramente la proprietà uscirà allo scoperto e farà i suoi proclami, ma nel calcio bisogna avere chiarezza sotto tutti i punti di vista e non illudere. Questo non è corretto, perché a Salerno i tifosi sopportano tante situazioni che non si sono mai verificate. Sono una persona molto schietta, non ci giro attorno: a Salerno il problema c’è, la proprietà è importante ma non riesce a portare questa squadra dove merita”.

 

1 Commento

1 Commento

  1. Giuseppe Esposito

    03/09/2020 at 22:57

    11 De Cesare in campo!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News